fbpx
Nuove tecnologie

Seconda vita per gli smartphone in disuso

recycle-iphone-program-photo- piccolaSmartphone, tablet e pc sono tra i gadget elettronici che invecchiano più velocemente. Le innovazioni si moltiplicano e per tenere il passo con il nuovo che avanza acquistiamo un quantitativo esorbitante di gioiellini tecnologici mettendo in soffitta gli ormai obsoleti ex compagni di vita/lavoro.

Nel 2014 sono stati venduti ben 1,3 miliardi di smartphone e 230 milioni di tablet. Buona parte di tali acquisti sono subentrati per sostituire un modello precedente del medesimo dispositivo che, probabilmente, gode ancora di buona salute ma non è appetibile per il mercato. Preclusa la strada della vendita, alcuni dei nostri gadget e giacciono in utilizzati; non abbastanza aggiornati per essere utilizzati e non abbastanza vecchi per finire in un cassonetto.

Ecco che tecnologia corre in aiuto della tecnologia per salvare i dispositivi in disuso attraverso intuitive e semplici app o software da scaricare ed installare. Applicazioni come Presence o Salient Eye permettono di controllare i vecchi smartphone riconvertiti come videocamere di sorveglianza: antifurto e baby monitor fai da te. Snooze Alarm Clock, degli statunitensi di Distil Union, trasforma il vostro smartphone in una comoda sveglia. Dei frame è Digital Photo frame trasformano tablet androide e a iPad in una cornice digitale mentre Num Pad e Remote Mouse, riciclano lo smartphone in un touchpad numerico aggiuntivo per la tastiera o in un valido sostituto del classico mouse da pc.

Accanto a queste ingegnose app, nell’interessante articolo di Simone Corsi per la Repubblica, emergono soluzioni per utilizzare i cellulari per dare un cuore a radio disegnate sulle linee vintage e della Brown anni 50: lo slot e compatibile con l’iPhone dal 4 al 5S. Cosa dire, infine, di Rico? Si tratta di un dispositivo con alcuni sensori, dal rivelatore di monossido di carbonio a quello per fumo e umidità, che insieme all’ormai inutilizzato telefono si trasforma in un centro di controllo per la casa smart. Per chi invece, ha proprio deciso di disfarsi dei vecchi dispositivi o elettrodomestici, non resta altro da fare che eseguire l’operazione nella maniera più rispettosa possibile per l’ambiente. In Italia nel 2014 abbiamo riciclato una maggiore quantità di rifiuti elettronici, recuperando materiali importanti come il ferro, alluminio, rame e plastica ed evitando di rilasciare nell’atmosfera ben 850 mila tonnellate di anidride carbonica. Se volete mandare il vostro gadget in pensione, fatelo nel modo giusto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.