fbpx
Regioni ed Enti Locali

Servizio idrico, chiuse le fogne se morosi: Girgenti Acque precisa

girgenti acqueAd integrazione del precedente comunicato stampa, pubblicato il 16/09/2015, Girgenti Acque precisa quanto segue:

-ai sensi della normativa vigente (D.Lgs.152/2006) e del regolamento di utenza dell’Ambito Territoriale Ottimale della provincia di Agrigento, approvato con deliberazione n° 4 del 30/11/2011 dell’Assemblea dei rappresentanti dell’ATO Idrico AG 9, la Girgenti Acque fornisce agli utenti con un unico rapporto contrattuale i servizi di acquedotto, fognatura e depurazione, cioè il “servizio idrico integrato”.

– La cessazione del rapporto contrattuale di somministrazione del servizio idrico integrato avviene, o per volontà dell’utente che presenta apposita disdetta (art.2.6.4 del Regolamento d’Utenza), o per risoluzione d’ufficio del contratto per grave inadempimento dell’utente ai sensi dell’art.1460 del Codice Civile e dell’art.2.6.6 del Regolamento d’Utenza in caso di persistente stato di morosità.

– Lo stato di morosità prevede la temporanea sospensione dell’erogazione idrica a seguito di ripetuti solleciti. Se, dopo la sospensione temporanea dell’erogazione idrica persiste lo stato di morosità per oltre sei mesi, la società provvede alla risoluzione del rapporto contrattuale.

– La sospensione dell’erogazione idrica per morosità è un fatto temporaneo, fino alla regolarizzazione della situazione contabile e non prevede la disconnessione dell’immobile dalle reti idrica e fognaria, ma solo la chiusura temporanea della valvola. La risoluzione del rapporto contrattuale, invece, prevede la chiusura definitiva degli appresamenti idrico e fognario.

– L’interruzione del rapporto di utenza, pertanto, sia che avvenga per scelta dell’utente (disdetta), sia che avvenga d’ufficio per inadempimento dell’utente, comporta l’interruzione della fornitura del “servizio idrico integrato” cioè dei servizi di acquedotto, fognatura e di depurazione. La cessazione del rapporto contrattuale prevede la disconnessione dell’immobile, sia dalla rete idrica che da quella fognaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.