fbpx
Regioni ed Enti Locali Spalla

Sicilia, inchiesta sui presunti dati “falsi” sul Covid: revocati i domiciliari agli indagati

Sono stati revocati gli arresti domiciliari ai 3 indagati nell’operazione procura Trapani. Si tratta di un funzionario della Regione, del dipendente di una società che si occupa della gestione informatica dei dati dell’assessorato e di un dirigente regionale, tutti coinvolti nell’inchiesta sui dati falsati sul Covid-19 in Sicilia.

L’inchiesta è passata per competenza da Trapani a Palermo. Sembrerebbe che, per come era già emerso nei giorni scorsi, siano venute meno le ipotesi di falso legate alla trasmissione dei dati sui decessi, e poi inseriti nel bollettino reso noto giornalmente.

Il falso – secondo quanto appreso – verrebbe meno poiché il bollettino non sarebbe da considerare un atto pubblico.

E’ stata disposta la sospensione temporanea del servizio per i due dipendenti regionali.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.