fbpx
Rubrica legis non est lex

Sicilia, salve le nomine di Elisa Nuara e Titti Bufardeci al Cga

girolamo_rubinoCome si ricorderà l’avvocato Salvatore Zappalà era stato designato dall’ex Presidente della Regione Siciliana Raffaele Lombardo a comporre la Sezione Consultiva del Cga; ma il Consiglio di Presidenza della Giustizia Amministrativa, chiamato a rendere il parere di propria competenza, lo aveva giudicato non idoneo in relazione ai titoli.

Da qua una lunga serie di ricorsi, culminati nell’annullamento delle nomine di Elisa Nuara e Titti Bufardeci, successivamente nominati dal neo Presidente della Regione Rosario Crocetta, da parte del TAR del Lazio. Ma l’avvocato Elisa Nuara, ex vice sindaco di Gela, rappresentata e difesa dagli avvocati Girolamo Rubino (in foto) e Giuseppe Impiduglia, e Titti Bufardeci, ex sindaco di Siracusa, rappresentato e difeso dall’avvocato Carlo Comandè, hanno proposto appello davanti al Consiglio di Stato per la riforma della sentenza del TAR del Lazio di annullamento della propria nomina.

Già in sede cautelare il Consiglio di Stato aveva sospeso l’esecutività della sentenza appellata, e pertanto i due componenti laici del Cga avevano continuato l’espletamento delle funzioni. Da ultimo, esaminando il merito della controversia, il Consiglio di Stato sezione 4, ha accolto gli appelli patrocinati dagli avvocati Rubino, Impiduglia e Comandè, e,in riforma della sentenza di primo grado ha dichiarato inammissibili i ricorsi per motivi aggiunti proposti dall’avvocato Zappalà per l’Annullamento delle nomine di Elisa Nuara e Titti Bufardeci.

Questi ultimi pertanto resteranno in carica per effetto della sentenza pronunziata dal Consiglio di Stato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.