fbpx
Cronaca Regioni ed Enti Locali

Soccorsi due gommoni con 239 migranti

L’equipaggio di nave Aquarius di SOS Mediterranee ha questa mattina prestato soccorso a due imbarcazioni cariche di migranti in massima parte di etnia subsahariana.

La prima imbarcazione soccorsa aveva a bordo 101 passeggeri. Sul precario gommone monotubolare trovavano posto anche cinque donne e quattro bambini. Il secondo gommone soccorso da SOS Mediterranee con il supporto di Sea Watch 2 vedeva invece ben 138 persone a bordo. Un peso esagerato per i tubolari che si sarebbero ben presto sgonfiati causando altre vittime.

A bordo navigavano anche 28 donne. Il totale di 239 migranti salvati questa mattina sono stati trasbordati su navi militari del dispositivo Eunavfomed come disposto dal Comando Generale Capitanerie di Porto. Nave Aquarius farà rotta verso il porto di Trapani per rifornirsi di carburante ed approvvigionarsi di beni di prima necessità per il proprio equipaggio e per le persone soccorse.

Preoccupazione per le sorti del natante raggiunto da SOS Mediterranee su indicazioni del MRCC che è stato invece recuperato da due imbarcazioni libiche in acque internazionali. Il comandante di una delle due barche appartenenti – così come dallo stesso dichiarato – alla guardia costiera libica ha definito il gommone con i migranti una “barca africana illegale”. I libici hanno trasbordato i migranti sulle due barche ed hanno affondato il gommone. Nave Aquarius, della associazione internazionale SOS Mediterranee, nulla ha potuto fare per impedire l’accaduto. L’operazione si è svolta a nord-ovest di Khoms, a circa trenta miglia dalla costa libica. A bordo del gommone erano stipati circa un centinaio di migranti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.