fbpx
Politica

Sodano (M5s) ai Sindaci: “stiamo cambiando tutto e non riuscite a farvene una ragione”

“Mentre in questi giorni siamo costretti ad ascoltare sui media locali i vecchi politici straparlare sulle infrastrutture fatiscenti in Sicilia, nonostante siano essi stessi responsabili e protagonisti unici della scena politica degli ultimi 20 anni, mi piace ricordare e ricordarmi di questa nuova classe di cittadini entrati nelle istituzioni lo scorso 4 marzo”.

Lo afferma il deputato del Movimento 5 Stelle, Michele Sodano, che aggiunge: “Cari Sindaci, cari “cisiamosvegliatisoloadesso”, cari “siamocontroilgovernonazionale”, potete stare tranquilli. L’unico motivo che ci spinge a fare politica è l’amore sincero per la nostra terra, il rispetto profondo per i nostri conterranei che se ne sono dovuti andare; ogni giorno, forse non ci crederete, spingiamo il più possibile per restituire alle nostre città quella dignità che la vostra politica ha tolto. Non abbiamo altri fini. Restituiamo il nostro stipendio, stiamo eliminando gli assurdi privilegi che voi avete creato e in soli sette mesi abbiamo dato a questo paese quello per cui voi non avete mai combattuto:

-una legge anticorruzione
-una legge per il sostegno alla povertà e il reinserimento nel mondo del lavoro
-una legge per dare ai cittadini la possibilità di andare in pensione

Sulle infrastrutture ci stiamo pensando per davvero, come nessuno ha mai fatto fino ad adesso e, presto, le nostre città e i nostri cittadini avranno quello che ci sarebbe spettato già da decenni, quei decenni in cui c’eravate sempre e solo voi. La nostra unica colpa? Forse non essere arrivati prima.

E’ solo l’inizio, stiamo cambiando tutto e non riuscite a farvene una ragione. Personalmente ho solo una richiesta: non infierite, non continuate a mettere il dito nella piaga, per la dignità vostra e per quella della nostra terra”, conclude Sodano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.