fbpx
Apertura Regioni ed Enti Locali Speciale Elezioni

SPECIALE AMMINISTRATIVE 2019 – Naro e Racalmuto al fotofinish, ecco gli eletti

Notte di conteggi e verifiche nei comuni dell’agrigentino al voto in questa tornata elettorale amministrativa. In nessuna delle cinque comunità chiamate alle urne era previsto il ballottaggio, si tratta di comuni al di sotto dei 15.000 abitanti. Le sfide elettorali però erano ugualmente molto attese.

Naro, quando ufficialmente secondo il portale della regione siciliana sono state scrutinate 9 sezioni su 12, ad essere in testa è l’ex sindaco ed ex deputato regionale Mariagrazia Brandara, ma tutto è ancora aperto. È infatti sfida all’ultimo voto tra i tre candidati: la Brandara è accreditata del 34.23%, seguita da Vincenzo Giglio con il 33.3% e da Massimiliano Arena con il 32.46%. Quasi una perfetta equa ripartizione dei voti. Ma secondo i dati “ufficiosi” che circolano nella cittadina barocca, Mariagrazia Brandara avrebbe vinto lo sprint finale confermandosi in testa.

Nell’altro comune molto atteso, ossia quello di Racalmuto, è testa a testa tra Cinzia Leone e Vincenzo Maniglia. Si tratta anche in questo caso di dati ufficiosi, al momento dalla regione non arrivano comunicazioni certe ma, dai dati raccolti, sono i due candidati sopra citati ad essere in lizza per la poltrona di primo cittadino con Maniglia in testa rispetto a Leone. Staccati invece l’uscente Emilio Messana e l’ex sindaco Salvatore Petrotto.

Dati definitivi a Caltabellotta ed Alessandria della Rocca: nel primo comune ad essere eletto sindaco è Calogero Cattano con il 56.37% dei consensi, a dispetto invece dello sfidante Paolo Luciano Segreto fermo 43.63% dei voti. Ad Alessandria invece, nuovo primo cittadino è Giovanna Bubello con il 76.91% dei consensi, la quale sconfigge Giuseppe Guastella fermo al 23.09%.

A rilento le operazioni di conteggio a Santa Elisabetta, ma il divario tra l’uscente Gueli e l’ex sindaco Gaetano Caltano appare netto già dai primi dati e dunque dovrebbe essere ancora Gueli a guidare il comune.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.