fbpx
Regioni ed Enti Locali Spalla

Successo ieri sera al Giardino Botanico per la manifestazione 50 anni sulla Luna

Tutti con naso all’insù, ieri sera al Giardino Botanico di Agrigento, per ammirare le stelle ed i pianeti in occasione dell’evento “50 anni sulla Luna”.

La manifestazione, organizzata dal Libero Consorzio Comunale di Agrigento e dal Lions Club Agrigento Host, è stata condotta da Marcello Barrale dell’associazione Urania – Planetario di Palermo. Gli operatori scientifici, e il personale tecnico di Urania, hanno accompagnato lo spettatore in uno meraviglioso viaggio con strumenti di forte impatto e con grande professionalità ed esperienza. L’associazione, infatti, da diversi anni svolge la sua attività di divulgazione dell’astronomia realizzando sessioni di osservazioni diurne e notturne.

Gli strumenti adoperati sono stati un telescopio modello Celestron 8 per osservazioni di Stelle e pianeti ed un Telescopio rifrattore APO per osservazioni in alta risoluzione dei pianeti. Operatori qualificati hanno, così, condotto i numerosi partecipanti all’osservazione diretta dei pianeti visibili dal tramonto sino a notte. Ieri sera il cielo ha regalato tante emozioni: erano, infatti, visibili proiezioni di stelle, ed i pianeti Giove e Saturno. Il Pubblico presente ha, così, effettuato le osservazioni guidate ai telescopi e le riprese fotografiche della Luna e dei pianeti utilizzando i telescopi messi a disposizione.

Infine, sono state effettuate proiezioni dedicate alla missione APOLLO 11 che portò i primi due astronauti sulla superficie lunare nel 1969. L’evento è stato impreziosito dall’autorevole presenza dell’agrigentino Angelo Taibi, Professore associato al dipartimento di Fisica e Scienze della Terra dell’Università di Ferrara.
Taibi, recentemente, ha anche collaborato con la NASA; è stato, infatti, projet manager dell’esperimento “Drain Brain”, di cui è responsabile il professor Paolo Zamboni del Centro malattie vascolari di Ferrara. Il progetto ha portato in orbita sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) un pletismografo.  Lo strumento è servito a misurare, in condizioni di microgravità, il ritorno venoso celebrare, utile per la cura delle malattie vascolari.

Il dispositivo ha raggiunto la ISS e la sperimentazione è stata condotta dall’astronauta Samantha Cristoforetti. Hanno contribuito, inoltre, al successo della manifestazione i “Fanti piumati” dell’Associazione Nazionale Bersaglieri (sezione di Agrigento) che hanno garantito l’assistenza logistica per tutta la durata della manifestazione.

Soddisfazione per la riuscita dell’evento è stata espressa dal Commissario straordinario del Libero Consorzio Comunale di Agrigento, dott. Girolamo Alberto Di Pisa e dal Presidente del Lions Club Agrigento Host, Cav. Emanuele Farruggia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.