fbpx
Sport

Supercoppa Lnp, la Fortitudo Agrigento cede nel finale: vince Trapani

Prima fase di Supercoppa Lnp. La Fortitudo Agrigento di scena al PalaConad ha affrontato la Pallacanestro Trapani. I biancazzurri avanti per buona parte del match, cedono il passo ai granata solo nei minuti finali.

La partita termina con il punteggio di 73 a 69. Top scorer per la Fortitudo Agrigento targata Devis Cagnardi, l’americano Christian James autore di 24 punti.

Agrigento in via del tutto precauzionale ha dovuto rinunciare a Lorenzo Ambrosin.

La partita è stata aperta e combattuta. Il primo canestro di stampo biancazzurro arriva dalle mani di De Nicolao, su assist di James. Due a due al PalaConad e capovolgimenti di fronte continui. La Fortitudo Agrigento si affida all’estro di James, tripla. E’ proprio lui a lottare sotto canestro ed a conquistare un rimbalzo importantissimo. Cagnardi chiama in panchina De Nicolao, in campo Cuffaro. I padroni di casa, orfani di Renzi, conquistano un fallo dalla lunetta Corbett fa uno su due. Giusta combinazione tra James e Easley, canestro più fallo. I biancazzurri trovano punti buoni, tripla di Simone Pepe. Trapani risponde con Corbett, azione personale e canestro. E’ James di forza, su assist di De Nicolao a trovare il 16-9. Coach Cagnardi si gioca la carta Samuele Moretti. Il giovane biancazzurro subentra al capitano, Albano Chiarastella. James ruba palla scappa via in contropiede e schiaccia: 12-19. I padroni di casa tornano ai punti e lo fanno con Bonacini. Il primo quarto termina a favore dei biancazzurri: 21 a 14.

Nel secondo periodo di gioco è Trapani a trovare, al pronti via, il canestro. I padroni di casa mettono sul parquet un parziale di 4 a 0. Parziale che, però, viene interrotto da una pregevole giocata di Cris James:+ 3 Agrigento. L’americano subisce fallo, dalla lunetta è due su due. Trapani torna al canestro, Amici serve Nwohuocha: 22-25.

I padroni di casa si portano in vantaggio, De Nicolao serve Chiarastella che trova James: è +2 Agrigento. Trapani trova il 30 a 30, è Mollura ad andare ai punti. I granata trovano il momentaneo vantaggio. Pepe porta avanti la Fortitudo Agrigento, su assist di Cuffaro. Termina il secondo periodo di gioco, la Fortitudo Agrigento avanti con il punteggio di 40 a 33.

Nel terzo periodo di gioco, Trapani trova punti, al pronti via. Agrigento si affida all’estro di De Nicolao e non sbaglia: 38- 46. E’ ancora De Nicolao a fare bene, assist di Pepe e canestro. Trapani ruba palla, scappa in contropiede: 43-51.

Capovolgimenti di fronte da una parte e dall’altra, la partita si fa maschia e combattuta. De Nicolao subisce fallo e dalla lunetta fa due su due. Termina il terzo periodo di gioco, è ancora avanti Agrigento che chiude con il punteggio di: 57 a 52.

Ultimo periodo di gioco, Agrigento al comando del match. In campo James schiaccia ancora per il momentaneo +5. Trapani si porta sul 59 a 59, coach Cagnardi chiama in campo Easley e Chiarastella, in regia Giuseppe Cuffaro. Trapani trova il vantaggio, ma Pepe mette dentro la tripla del momentaneo +1. Fallo su Bonacini, dalla lunetta è due su due: ancora parità. Partita più che mai apertissima. Trapani trova il vantaggio con Goins. Sono i padroni di casa a scappare via nel finale, ma la Fortitudo Agrigento mette sul parquet grinta e intelligenza. De Nicolao subisce fallo e dalla lunetta non sbaglia. James strappa via un pallone e vola al canestro. Quando mancano 14 secondi alla fine, Agrigento è sotto di due punti. Coach Cagnardi chiama time out ed i biancazzurri tornano sul parquet. Allo su Corbett, che dalla lunetta non sbaglia: due e due. Vince Trapani, ma Agrigento ha fatto vedere buone trame di gioco ed una grinta più che mai importante.

Pallacanestro Trapani: 73

(14-21); (33-40); (52-57); (73-69)

Nwohuocha 11, Goins 5, Corbett 18, Spizzichini Amici 11, Pianegonda, Mollura 5, Bonacini 13, Tartamella, Dosen, Basciano, Capraro. All Parente

Fortitudo Agrigento: 69

James 24, De Nicolao 17, Rotondo 5, Pepe 13, Chiarastella 5, Fontana, Morreale, Ambrosin ne, Cuffaro 0, Moretti 0, Easley 5. All Cagnardi, assistenti Giovanatto, Ferlisi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.