fbpx
Regioni ed Enti Locali

Sutera: domenica 29 dicembre escursione sul pizzo San Paolino e visita al presepe vivente più bello della Sicilia

Ci sono ancora tante date per immergersi nella magica atmosfera della 22^ edizione del Presepe Vivente di Sutera: prossimi appuntamenti il 28, 29 dicembre 2019 e il 4, 5, 6 gennaio 2020.

Nella magnifica cornice del Rabato, in uno de “I Borghi più belli d’Italia”, lungo la Magna Via Francigena, è già un successo di pubblico per l’edizione 2019/2020 del Presepe Vivente di Sutera che ripropone la sacra rappresentazione della Natività per promuovere il messaggio di pace e di speranza per l’intera umanità. La rappresentazione delle scene di vita quotidiana, con una ambientazione spiccatamente siciliana, conserva pienamente intatta la sua forza e il suo messaggio universale di pace, indipendentemente dalle varie culture a cui è rivolta, in quanto capace di rappresentare ambienti di vita familiare contadina fatta di semplicità.Orario di apertura di ogni singola giornata è alle ore 17.00, mentre la chiusura della biglietteria è alle ore 21.00.
Domenica 29 dicembre la visita a Sutera può iniziare con l’escursione sul monte San Paolino. Salire sul Monte San Paolino è un’esperienza unica nel suo genere. Il panorama che si può ammirare dall’alto degli 825 metri è di quelli che mozzano il fiato. Il monte San Paolino, chiamato anche “La Rocca” dai suteresi, è il simbolo di Sutera. Il paese si adagia intorno ad esso come un collier fin dall’epoca di dominazione araba. Visitare il “Presepe Vivente di Sutera” è come immergersi nel passato in un atmosfera di calde luci e suoni in un dedalo di viuzze dell’antico quartiere arabo: Il Rabato!
Itinerario: L’appuntamento è nei pressi del Museo Etnoantropologico in Piazza Carmine, da dove si partirà per iniziare la salita che dal centro abitato condurrà alla parte più alta del Monte San Paolino. La prima sosta subito dopo il cancello di entrata sarà in una abitazione bizantina. Altra sosta obbligata alla “Campanella” per suonare tre tocchi di buon auspicio e vedere a strapiombo il quartiere “nuovo” della Città: “Il Giardinello”. Si continuerà a salire senza scalini fino ad arrivare ad uno ampio terrazzo sulla cima, su cui posa l’oblunga massa del Santuario Diocesano di San Paolino, eretto nel 1374 da Giovanni III Chiaramonte. Più volte oggetto d’interventi nell’ultimo secolo, la chiesa è affiancata da un ex convento del primo ‘700 dei PP. Filippini, adesso ristrutturato. L’ultima salita è per i più audaci sulla vetta del campanone dove si potranno ammirare l’Etna, le Madonie e il mare di Agrigento. Il ritorno, tutto in discesa, sarà l’occasione per magnifici scatti fotografici.
Nel pomeriggio, infine, la visita guidata al museo etnoantropologico.
Alle ore 16.00 il raduno presso Piazza Carmine per avviarci all’ingresso del Presepe Vivente di Sutera: circa 40 postazioni degli antichi mestieri, degustazioni gratuite all’interno per un percorso che può durare anche un’ora mezzo circa.

Luigi Mula

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.