fbpx
Cultura Regioni ed Enti Locali

Tano Aronica racconta l’autismo al Teatro Pirandello di Agrigento con “Tenerezza”

tenerezza1Un tema attuale, per troppi anni taciuto com’è il mondo degli autistici, buio, sordo, spesso muto, una bolla di sapone che li isola dagli altri, che è difficile da rompere.

Un confine questo valicato da Tano Aronica grande interprete dello spettacolo “Tenerezza”. Lui un professore universitario, che dedica la sua vita per il fratello autistico, uno straordinario Ivan Giambirtone.

Due mondi paralleli, vicini e lontani al tempo stesso, dove i gesti e i linguaggi spesso non vengono colti da entrambe le parti, dove la frustrazione dell’uno cozza spesso con il bisogno dell’altro, dove forse basta “sintonizzarsi” sulla stessa lunghezza d’onda per avvicinarsi e rompere quella bolla di sapone che isola, rattrista, e trascina in un tunnel buio. Tutto questo avviene durante la messa in scena di “Tenerezza” dove le montagne russe emotive che vivono i due protagonisti, vengono trasmesse con delicatezza e rispetto al pubblico.

Due grandi interpreti Aronica e Giambirtine, che diretti dal regista Lauro Versari hanno messo a disposizione la loro arte, per educare, sensibilizzare, e far conoscere una disabilità adesso meno ignota.

Foto di Diego Romeo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.