fbpx
Economia Italia

Trading online: chi sono i broker della rete

tradingNell’ambito del trading online, l’attività di investimento che implica l’utilizzo della rete come strumento principale considerata oggi un mondo altamente redditizio, è possibile effettuare compravendite di prodotti finanziari per mezzo dei cosiddetti broker online.

Malgrado il fatto che la grande rivoluzione del trading online sia stata proprio quella di consentire ai singoli utenti un accesso diretto ai mercati, nei fatti per poterlo fare è necessario richiedere servizi di intermediazione da parte di questi soggetti virtuali che mettono a disposizione dei clienti i loro software.
Una commistione di eventi che fa si che chiunque possa trasformarsi in trader fai da te appoggiandosi ai servizi garantiti da queste piattaforme. Che ormai sono tante e di ogni genere.
Se vogliamo parlare in termini tradizionali, un broker online altro non è che un operatore finanziario che immette nel mercato degli investimenti ordini per conto nostro. Ovvero, raccoglie le nostre richieste di vendita o acquisto e le veicola all’interno del mercato di riferimento.

Ovviamente per fare tutto ciò il broker deve avere il suo tornaconto, o guadagno; nel concreto un trader che investe guadagna dal tanto vituperato termine spread. Che non sta qui ad avere alcuna implicazione con quanto viene sbandierato in politica; ma indica semplicemente la differenza tra il prezzo di acquisto e il prezzo di vendita.
Se si acquista un bene a ‘x’ cifra e lo si rivende a ‘x’ + 3, ovviamente, il guadagno sarà pari a 3. Questo è il guadagno del trader, ovvero di colui che investe e mette i soldi. Mentre il broker, quindi l’intermediario, in questo caso una piattaforma, guadagna tramite una commissione che viene trattenuta sulla movimentazione. Come dire, guadagna a prescindere.

Questo è il ruolo dei broker della rete. Intermediari cui affidiamo i nostri soldi. Soggetti che eseguono una transazione finanziaria per nostro conto (in quanto hanno accesso a un mercato che noi non potremmo raggiungere) facendoci pagare una commissione.

Ecco perché diventa fondamentale individuare i parametri per la scelta del broker online. Che deve essere affine a quelle che sono le nostre necessità; oltre che attinente al nostro concetto, anche etico e morale, di fare trading online. Tra le migliaia di operatori che ci sono sul mercato, orientarsi non è per niente facile.

Importante partire quindi dal livello di esperienza di chi investe (per capire di conseguenza a quale broker affidarsi); la tipologia di prodotti sui quali si vuole investire (Azioni? Materie prima? Altro); e, soprattutto, il livello di sicurezza che il broker scelto può garantirci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.