fbpx
Politica

Tutto, o quasi, pronto per la Giunta Firetto: “Uniti per la Città” punta su Miccichè

firetto assessori 1Quasi pronta la nuova giunta comunale di Agrigento. Gli incontri di ieri fra il sindaco Lillo Firetto e i rappresentati dei partiti della coalizione sembra abbiano sortito l’intesa per il debutto della squadra di governo che verrà presentata oggi alle 18 al Comune di Agrigento, nei locali del Palazzo dei Filippini.

Manca davvero poco per delineare gli ultimi dettagli e presentare ufficialmente la giunta “Firetto”.
Secondo quanto rivelato dalle prime indiscrezioni, i già tre designati nella squadra sarebbero confermati nonostante le polemiche di questi ultimi giorni sul nome di Domenico Fontana dopo la vicenda che lo vede iscritto nel registro degli indagati per la tragedia delle Maccalube.
Accanto a lui vi saranno Giovanni Amico, vicino alle posizioni del Ncd, e Beniamino Biondi, operatore culturale e stimato professionista agrigentino.

All’appello mancano tre nominativi. Uno di questi potrebbe essere l’avvocato Elisa Virone, già consigliere comunale e una dei “fedelissimi” del neo primo cittadino. Per lei si profilerebbe anche la nomina a vicesindaco.

Sul fronte Pd, dopo le ultime voci di corridoio circa la nomina dell’ingegnere Epifanio Bellini, già candidato alle primarie della coalizione di “Agrigento 2020”, sembra che si punti sull’uscente Maurizio Masone.

Ultimo nominativo quello che fa riferimento al deputato regionale Roberto Di Mauro. Nonostante i rumors circa le possibili indicazioni del primo dei non eletti della lista “Uniti per la Città”, Giuseppe Amato, o del dottore Giovanni Vaccaro, i vertici del movimento sembrerebbero aver indicato il dottore Franco Miccichè, vicino alle posizioni dell’ex presidente del consiglio comunale, Aurelio Trupia. Sarebbe stato indicato proprio da quest’ultimo visto il diniego dello stesso a non voler ricoprire alcuna carica di governo. Una scelta che sicuramente farà discutere visto l’impegno elettorale di Amato e Vaccaro che al momento restano fuori dai giochi.

Ora la battaglia passa per la scelta della presidenza del consiglio comunale. Una scelta che sicuramente non sarà semplice.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.