fbpx
Sport

Una grande Fortitudo Agrigento “straccia” la Dinamica Mantova: pubblico in delirio

IMG_3496Prima gara “interna” per la Fortitudo Moncada Agrigento che stasera riesce a conquistare Gara 3 contro la Dinamica Generale Mantova. Finisce con il punteggio di 67 a 58.

Si va sul 2 a 1 per i “giganti” biancoazzurri dopo un match esaltante ed equilibrato che ha regalato non poche emozioni al gremito PalaMoncada di Porto Empedocle che questa sera non è voluto mancare all’appuntamento con i “giganti” biancoazzurri.

Dopo il pareggio a Mantova nelle prime due gare che ha visto un equilibrio sostanziale fra le due formazioni, coach Franco Ciani si affida al quintetto base composto da: Kelvin Martin, Scott Eatherton, Marco Evangelisti, Alessandro Piazza e Quirino De Laurentiis. Mantova scende sul parquet del PalaMoncada con Ferguson, Di Bella, Ndoja, Amici e Udanoh.

Ci vogliono 2 minuti e mezzo di partita per vedere il primo canestro del match a dimostrazione di una intensità di gioco altissima soprattutto in fase difensiva. Parte bene la squadra casalinga che si porta ad un più 8 grazie ad un Martin che stasera sembra non voler regalare nulla agli avversari. Una squadra abbastanza compatta quella di Agrigento che rispetto a quella vista durante la Regular Season mostra più attenzione.

Per la “prima” in casa del neo acquisto biancoazzurro, Chris Mortellaro bisogna aspettare 9 minuti di gioco, quando gli applausi del PalaMoncada hanno accompagnato l’ingresso dell’italo-americano che ripaga il pubblico con un assist al solito Kelvin Martin che insacca con una schiacciata da “urlo”. Supremazia dei “giganti” biancoazzurri nel primo quarto che chiudono con un vantaggio di 11 punti.

Nel secondo quarto i biancoazzurri sono intenzionati a continuare il cammino intrapreso con un’ottima fase difensiva e concretezza in attacco. La squadra lombarda comunque resta in partita grazie alle triple di Ndoja e Di Bella alle quali rispondono quelle di Saccaggi e Piazza. È il numero 21 biancoazzurro che, dopo il periodo di infortunio, sembra essere rinato. Una condizione fisica che sembra giovare a tutto il roster. Alla fine del secondo quarto è Mantova che riesce a mettere il “turbo” e piazzare una serie di canestri che consentono il recupero. Le squadre vanno al riposo con il punteggio di 34 a 30.

Nel terzo quarto che Mantova scende sul parquet con un’altra intensità di gioco. Ci crede la squadra lombarda, che riesce per la prima volta a trovare il pareggio grazie ai canestri di Di Bella. Cambio tattico per i biancoazzurri con coach Franco Ciani che fa uscire De Laurentiis per Andrea Saccaggi. Il numero 14 di Agrigento però stasera non riesce a mostrare quella precisione cui è solito far apprezzare. Una situazione che porta Mantova nel terzo quarto a portarsi in vantaggio: 46 a 47.

Nell’ultimo quarto di gara errori da entrambe le squadre che mostrano nervosismo soprattutto per una Agrigento che ha sfumato troppe occasioni sotto canestro. Una gara in “linea” con le prime due sfide dove le due formazioni hanno mostrato grande equilibrio. La tenacia dei ragazzi di coach Franco Ciani ha però permesso di  trovare la retta via, conquistando i punti finali decisivi per una vittoria che porta Agrigento sul 2 a 1.

Prossimo appuntamento domenica alle ore 16,15 sempre al PalaMoncada di Porto Empedocle per Gara 4 che potrà permettere ai biancoazzurri il passaggio ai quarti dei playoff.

Fortitudo Moncada Agrigento – Dinamica Generale Mantova 67-58 (20-9; 14-21; 12-17; 21-11)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.