fbpx
Politica

Università ad Agrigento, Ciulla (Fdi): “un fallimento della politica locale e regionale”

polo“Il taglio dei corsi di laurea di Giurisprudenza, Architettura e Beni Culturali, non può che rappresentare la morte del Polo Universitario di Agrigento”.

Interviene così il portavoce provinciale di Agrigento di Fratelli d’Italia-An, Giuseppe Ciulla (in foto), in una nota congiunta con tutta la dirigenza regionale e nazionale del partito, dopo la notizia sul voto del Consiglio di amministrazione dell’Università degli Studi di Palermo che ha deliberato, con voto compatto delle componenti dei docenti e del personale tecnico-amministrativo, il mantenimento presso il Polo Universitario di Agrigento dei Corsi di Studio in Servizio Sociale (triennale) e Archeologia (magistrale).

“Si tratta – continua Ciulla – di un fallimento della politica locale e regionale che non ha saputo mostrare attenzione verso uno dei gioielli della nostra provincia. Un territorio, quello di Agrigento, che con la presenza dell’Università è riuscito a svilupparsi sotto molti punti di vista, consentendo altresì a molte famiglie e a molti giovani talentuosi di avere una speranza”.
“Una speranza che ieri – continua Ciulla – è stata spezzata senza alcun clamore, ma nel silenzio più assordante di una classe politica e dirigenziale che dovrebbe vergognarsi e lasciare i ruoli di potere che rivestono”.
“Agrigento a questo punto ha davvero bisogno di un riscatto da parte di quei giovani che non avranno più alcuna speranza per restare in questa terra. Un territorio che inevitabilmente si impoverirà, relegando una fra le ultime province d’Italia nel baratro più assoluto”.

“L’auspicio – conclude il portavoce provinciale di Fratelli d’Italia – è che ci sia una forte presa di posizione da parte di tutta la politica, senza distinzione di colori, affinchè Agrigento continui il suo percorso di rinascita partendo dall’Università”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.