fbpx
Regioni ed Enti Locali

Università di Messina, conferenza del professor Francesco Pira sulla comunicazione nell’era delle fake news

Nell’ambito della Scuola della Democrazia, organizzata dal Dipartimento di Scienze Politiche e Giuridiche dell’Università di Messina in sinergia con la Fondazione Nuovo Mezzogiorno, giovedì 13 febbraio 2020 alle ore 15.30 presso l’Aula “A. Campagna,” si svolgerà un incontro nel corso del quale il prof. Francesco Pira, sociologo e docente di comunicazione e giornalismo del Dipartimento di Civiltà Antiche e Moderne, relazionerà sul tema: “La comunicazione nell’era delle fake news”.

L’incontro sarà introdotto dalla prof.ssa Patrizia Torricelli, Coordinatore della Scuola della Democrazia, e dal prof. Mario Calogero, Direttore del Dipartimento SCIPOG. L’evento è stato accreditato dall’Ordine dei Giornalisti come seminario formativo. Agli studenti partecipanti saranno riconosciuti 0,25 CFU.
Il professor Francesco Pira sul tema delle fake news ha svolto ricerche ed è coautore con Andrea Altinier del libro “Giornalismi” in cui il fenomeno della disinformazione ai tempi della disintermediazione viene sviscerato. Il quotidiano Avvenire l’ha definito uno dei maggiori analisti italiani del fenomeno Fake News. . Proprio sul proliferare delle fake news ha promosso un gruppo di ricerca a livello europeo lanciando la proposta al Congresso Internazionale della FES Federazione Spagnola di Sociologia.

La Scuola di Democrazia è nata per fornire gli strumenti conoscitivi per interpretare il presente e diventarne protagonisti consapevoli, capaci di contribuire con le idee migliori alla società del domani avendo imparato a far precedere la riflessione e l’approfondimento dei dati alle soluzioni proposte e alle azioni intraprese.
La Scuola organizza corsi di formazione, conferenze, seminari, tavole rotonde, incontri e dibattiti avvalendosi di Docenti universitari, Professionisti e Esperti di alta qualificazione scientifica e professionale. La partecipazione alle attività della Scuola è aperta agli studenti delle Scuole, dell’Università, agli iscritti agli Ordini professionali e a tutta la cittadinanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.