fbpx
Economia

Borsa e investimenti: resta alta l’attenzione per titoli big tech, petrolio e criptovalute

Le politiche monetarie accomodanti della Fed, nonostante l’inflazione elevata e i segnali di ripresa economica, consolidano Wall Street e fanno registrare l’ennesimo record dello S&P 500. Il listino delle 500 aziende quotate alla Borsa di New York con la più alta capitalizzazione ha superato i 4300 punti, un risultato storico che riaccende l’attenzione nei confronti del trading azionario e degli investimenti in borsa.

Anche il Nasdaq vola, grazie alle prestazioni positive dei titoli big tech, mettendo a segno un rialzo del 14,7% dall’inizio dell’anno ad oggi. Tra le azioni migliori del momento ci sono Microsoft, Google (Alphabet), Apple e Facebook, con una crescita moderata invece per Netflix e Amazon. Intanto c’è un ulteriore rally del petrolio, con il greggio che fa registrare il nuovo massimo annuale e il migliore semestre dal 2009, mentre l’Opec+ considera un possibile incremento della produzione.

Nel mercato criptovalutario prosegue il periodo complicato dei crypto token, nonostante un interesse in crescita da parte degli investitori istituzionali e dei governi, con i progressi compiuti nello sviluppo delle valute digitali di Stato e l’ingresso di operatori come George Soros. Anche gli hedge fund stanno aumentando le posizioni sulle criptovalute, a dimostrazione del forte appeal suscitato dai ribassi delle quotazioni delle principali monete digitali come Bitcoin e Ethereum.

Trading online: i consigli degli esperti per i principianti

Le nuove prospettive rialziste per il secondo semestre accrescono la voglia di cominciare a fare trading di azioni, tuttavia è importante seguire un approccio prudente ed evitare gli errori comuni commessi dai principianti.

La guida per investire in borsa di Finaria.it è una risorsa molto utile per un investitore alle prime armi: infatti spiega passo passo quali sono i passaggi da effettuare per iniziare ad operare sui mercati finanziari, indicando tutti gli aspetti da valutare e i rischi da considerare.

La prima decisione riguarda la scelta dell’intermediario, trovando il broker giusto analizzando in modo accurato le proposte degli operatori autorizzati, selezionando appena imprese con licenza europea e vigilate dalla Consob. Oltre all’affidabilità del broker è necessario tenere conto della qualità della piattaforma di trading, usando il conto demo per provare i software dei vari operatori sul mercato, le commissioni applicate dagli intermediari e gli strumenti offerti per l’analisi tecnica e fondamentale.

Dopodiché bisogna apprendere le basi degli investimenti online in borsa, imparando come studiare i grafici che mostrano gli andamenti dei prezzi degli asset, quali sono le principali tecniche di money e risk management e in che modo analizzare i fondamentali delle società quotate. Per migliorare le proprie competenze finanziarie è possibile utilizzare materiale gratuito online, sfruttare i contenuti proposti dai broker, oppure acquistare un corso online per investitori neofiti.

Ovviamente alcuni broker sono più indicati per chi sta cominciando a investire, infatti operatori come eToro mettono a disposizione soluzioni dedicate per i trader meno esperti. Si tratta di strumenti come il copy trading, per copiare gli investimenti dei trader più avanzati e usufruire di un supporto nei primi momenti. Ad ogni modo è indispensabile procedere con prudenza, diversificando per minimizzare il rischio e concentrandosi sulla selezione dei titoli e l’analisi finanziaria per individuare le migliori opportunità.

I vantaggi del trading CFD per operare in borsa

Molti trader retail preferiscono operare in borsa con il trading CFD, una modalità che consente di investire con i contratti per differenza, strumenti derivati che possono avere come sottostante un’azione, una materia prima, una coppia di valute Forex, un indice, un ETF o perfino una criptovaluta. Questo approccio consente una maggiore diversificazione degli investimenti, per fare trading non appena sulle azioni ma anche su tantissimi asset diversi.

Un settore molto intrigante è quello delle materie prime, infatti, nonostante le ottime performance del petrolio, le prospettive per il 2021 rimangono incerte. In questo caso i dubbi sul futuro per l’oro nero rendono più interessante operare con i CFD, in quanto è possibile speculare sulle fluttuazioni del prezzo, investendo sia al ribasso sia al rialzo aprendo posizioni su ogni direzione della quotazione. In questo modo non bisogna mantenere posizioni di lungo termine, più esposte alle oscillazioni e alle crisi improvvise.

Lo stesso vale per altri mercati ad alta volatilità, come le criptovalute e il Forex, in cui i contratti per differenza possono fornire uno strumento più flessibile e versatile per investire sui movimenti dei prezzi nel breve e medio termine, sfruttando le opportunità disponibili sui mercati finanziari. Naturalmente è essenziale rafforzare le competenze nell’analisi tecnica e nella gestione del rischio, imparando a utilizzare correttamente stop loss e take profit, grafici e indicatori.

Inoltre è necessario apprendere come creare una strategia operativa efficace, per fare trading online in modo efficiente e proteggere il capitale in maniera ottimale. La nuova spinta rialzista sulla borsa offrirà senza dubbio una seconda parte dell’anno piena di possibilità interessanti, tuttavia per cogliere queste potenzialità è indispensabile essere preparati. La soluzione migliore rimane la buona formazione, l’investimento più importante per un trader che vuole imparare a investire in modo profittevole e consapevole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.