fbpx
Apertura Cronaca

Crolli alla Scala dei Turchi: Procura apre inchiesta

La Procura della Repubblica di Agrigento ha aperto una inchiesta a carico di ignoti dopo i crolli verificati nei giorni scorsi.

L’allarme, come si ricorderà, era stato lanciato dall’associazione ambientalista Mareamico Agrigento che aveva mostrato in un video i detriti di marna collassati sui gradoni naturali della maestosa scogliera di Realmonte

“L’eccessiva cementificazione tutto intorno a lei – aveva sottolineato l’associazione – ha modificato il normale deflusso delle acque meteoriche e poi l’esagerata frequentazione dei luoghi ha fatto il resto. La Scala dei Turchi si sta sciogliendo come neve al sole e ad accorgersene è solo Mareamico. Ormai sono anni che documentiamo lo stato di abbandono di questo luogo candidato a patrimonio dell’Unesco. Solo alcuni mesi fa la Scala dei Turchi era stata riaperta alla fruizione, dopo il crollo del lato est, ripristinato con un’opera di disgaggio finanziato dalla Regione Sicilia”.

Una situazione che aveva portato il Sindaco di Realmonte a firmare una ordinanza di immediata interdizione all’accesso ed al transito alle persone dell’area del versante Ovest di Punta Majata ove si sono recentemente verificati dei crolli di rocce e detriti di natura marmosa.

Ora la Procura, coordinata dal procuratore capo Luigi Patronaggio, sembra volerci vedere chiaro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.