fbpx
Politica

Campobello di Licata, Brunetto (FdI): “Tari 2018 illegittima, Comune rimborsi i cittadini”

La III Sezione del TAR di Palermo ha annullato la delibera Consiliare del Comune con cui si disponeva un aumento della TARI per l’anno 2018 di circa il 30% in più rispetto a quanto prelevato l’anno precedente.

Interpellato dal Presidente di Fratelli d’Italia Gabriele Brunetto, esponente dell’opposizione extraconsiliare, l’Avv. Gianvito Savio Sciascia ha precisato che “il Comune di Campobello di Licata, per mezzo di chi lo amministra, ha infarcito l’aliquota TARI 2018 di perdite accumulate negli anni precedenti. Perdite che derivano da servizi prestati, tra le tante, anche dalla ditta che gestisce la discarica – la Catanzaro Costruzione S.r.l. – e dalla Dedalo Ambiente e che andavano saldati nell’esercizio di competenza. Così l’amministrazione comunale ha imposto ai cittadini oneri estranei all’esercizio di competenza facendo denotare profili di scarsa ed inoculata programmazione. Valutiamo azioni a tutela dei contribuenti campobellesi affinché il Comune rimborsi i cittadini che hanno già pagato e rettifichi gli accertamenti non ancora riscossi”.

Sulla questione interviene il Presidente del Circolo di Fratelli d’Italia di Campobello di Licata, Gabriele Brunetto: “Aspettiamo di capire quali indicazioni darà l’Amministrazione comunale ai cittadini – afferma Brunetto – noi di Fratelli d’Italia chiediamo il rimborso delle quote non dovute e le doverose scuse alla cittadinanza da porgere in un incontro pubblico, stessa modalità utilizzata dal Sindaco lo scorso anno per giustificare l’aumento della TARI”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.