fbpx
Cronaca Regioni ed Enti Locali

Campobello di Licata, deve scontare 13 anni e 6 mesi di reclusione: arrestato pastore

Arresto-dei-CarabinieriNella serata di ieri, i Carabinieri della Stazione di Campobello di Licata (AG), in esecuzione dell’ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica di

Agrigento, traevano in arresto Calogero Falsone, classe 1966, pastore di Campobello di Licata, pregiudicato, in atto sottoposto alla misura di sicurezza della casa lavoro di Favignana (TP), dovendo lo stesso espiare la pena definitiva di anni 13 e mesi 6 di reclusione, poiché giudicato colpevole dei reati di tentato omicidio, tentata estorsione, minaccia grave, detenzione abusiva di armi e detenzione e porto illegale di armi e munizioni continuata, fatti commessi a Campobello di Licata in data 4 giugno 012.

Falsone Calogero è fratello dell’ex latitante Giuseppe Falsone, già reggente del mandamento della provincia di Agrigento della consorteria mafiosa di “cosa nostra”.

L’arrestato, espletate le formalità di rito, veniva associato presso la Casa Circondariale di Trapani, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria mandante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.