fbpx
Regioni ed Enti Locali

Canicattì: conferita cittadinanza onoraria a Pietro Nava, testimone oculare dell’omicidio del Beato Rosario Angelo Livatino

Conferita dal Comune di Canicattì la cittadinanza onoraria al Sig. Pietro Nava, testimone oculare dell’omicidio del Beato Rosario Angelo Livatino avvenuto lungo la Strada Statale 640 Agrigento- Caltanissetta all’altezza di Contrada Gasena (territorio di Agrigento) 31 anni fa.
La sobria e intensa cerimonia si è svolta presso l’atrio del centro culturale “San Domenico” del Comune di Canicattì alla presenza del Prefetto di Agrigento, Maria Rita Cocciufa, e di autorità civili, militari e religiose.

Particolarmente toccante è stato l’intervento telefonico dello stesso testimone di giustizia che si è detto onorato del riconoscimento e con parole semplici ha descritto il suo gesto definito “naturale e dettato da senso civico” e ha riferito, anche se la sua vita e quella della sua famiglia sono state stravolte, “di non essersi mai pentito e di essere pronto a rifare quello che ha fatto”.
La pergamena e le chiavi della Città sono stati consegnati al Prefetto di Agrigento perché vengano recapitate al Sig. Nava.

L’evento è stato concluso da un intervento in videoconferenza del Prefetto Giovanna Cagliostro, Commissario Straordinario del Governo per il coordinamento delle iniziative antiracket e antiusura che ha avuto parole di plauso per l’alto valore simbolico del riconoscimento e ha sottolineato l’importanza fondamentale della denuncia e l’esigenza del “non voltarsi dall’altra parte” di fronte a tutto quello che costituisce una lesione della legalità, alla quale la società civile deve tendere se vuole essere libera da condizionamenti della criminalità organizzata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.