fbpx
Regioni ed Enti Locali

Il FAI Sicilia al XXV convegno nazionale del Fondo Ambiente Italiano: una visione culturale che vede Natura e Storia indissolubilmente intrecciate

La direzione regionale FAI Sicilia, presieduta da Giuseppe Taibi, parteciperà, insieme alle Delegazioni, ai Gruppi ed ai giovani del FAI, al XXV convegno nazionale del Fondo Ambiente Italiano, in programma da domani 20 marzo.
Quest’anno gli incontri si svolgeranno in modalità webinar e, per la prima volta, la giornata di domani sarà aperta al pubblico.
Il convegno dal titolo esplicativo “Fondo per l’Ambiente Italiano: per quale ambiente? L’impegno del FAI per l’ambiente in questa crisi globale: una visione culturale che vede Natura e Storia indissolubilmente intrecciate”, intente accendere i riflettori sulle nuove sfide del FAI per l’ambiente in questo momento di crisi globale.
La giornata sarà suddivisa in due momenti: la mattina dalle 9.30 alle 12.30 e il pomeriggio dalle 17.00 alle 19.00.
Seguiranno webinar di approfondimento dal 22 al 26 marzo 2021 e di chiusura sabato 27 marzo.
Ad aprire il convegno di domani saranno i saluti di Maria Cristina Messa, Ministro dell’Università e della Ricerca. Seguiranno, tra gli altri, gli interventi di Marco Magnifico, Vice Presidente Esecutivo FAI Fondo Ambiente Italiano e di Andrea Carandini, Presidente FAI.
Nel pomeriggio alle 17 sarà Daniela Bruno, Vice Direttrice Generale FAI per gli Affari Culturali ad aprire la seconda sessione del convegno spiegando quale sarà la nuova dimensione culturale del Fai.
La chiusura del convegno vede l’intervento di Dario Franceschini, ministro della Cultura.
Da due secoli è diffusa una visione culturale che separa la Natura dalla Storia, la Scienza dalla Cultura, l’Ambiente dall’Uomo. Ricomporre Natura e Storia nell’unità dell’Ambiente – l’Ambiente umano – è il presupposto di un nuovo progetto culturale di civilizzazione, che assegna all’Uomo il ruolo non più di distruttore, ma di co-abitante del Pianeta insieme alle altre specie. Il FAI non può mancare di contribuire al progetto che si fonda, ancor prima che sull’azione, sull’educazione a una cultura unica multi-disciplinare, che abbraccia le scienze naturali e quelle umane, entrambe necessarie all’uomo colto di un tempo come al cittadino di oggi per comprendere il mondo che lo circonda e affrontare la realtà e le sfide del futuro. Il convegno, dunque, vuole raccontare agli italiani i nuovi obiettivi del FAI per l’Ambiente, ma anche fotografare la situazione di oggi. Dalla storia di Leonardo fino ai giorni nostri, sarà quindi l’occasione per tracciare il percorso dell’uomo e della natura.
Clicca per leggere il programma della giornata:
https://faiwebsite.imgix.net/uploads/2021/03/17163759/PROGRAMMA-CONVEGNO_20marzo2021.pdf
Clicca per registrarti:
https://zoom.us/webinar/register/WN_VEuLEzgfSE2AwF79PUOy4A
Sono, inoltre, previsti, webinar di approfondimento dal 22 al 26 marzo 2021.
Lunedì 22 marzo, ore 18.30-19.30 Giornata mondiale dell’acqua: il FAI presenta il Libro Blu;
Martedì 23 marzo, ore 18.30-19.30 Agricoltura e paesaggi rurali: rischi e opportunità;
Mercoledì 24 marzo, ore 18.30-19.30 Perdita di biodiversità e diversità culturale;
Giovedì 25 marzo, ore 18.30-19.30 Dalla tutela del paesaggio una grande opportunità per curare l’ambiente;
Venerdì 26 marzo, ore 18.30-19.30 Il riscaldamento globale: “la madre di tutte le battaglie”;
Clicca per registrarti ai webinar:
https://faiwebsite.imgix.net/uploads/2021/03/17104438/Convegno_incontri_ambiente.pdf
Infine, sabato 27 marzo il Webinar di chiusura del XXV Convegno Nazionale dei Delegati e dei Volontari FAI dedicato ad approfondimenti e aggiornamenti sul FAI. La sessione inizierà alle ore 9.30 e avrà una durata di circa tre ore.
Link: https://faiprenotazioni.fondoambiente.it/evento/xxv-convegno-nazionale-dei-delegati-e-volontari-fai-10456-12476/?_ga=2.179291876.1326398043.1616158005-1870918755.1616158005

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.