fbpx
Regioni ed Enti Locali

L’Ipia di Racalmuto avrà la terza classe

Emilio-Messana-20-06-2010L’Ipia di Racalmuto avrà la terza classe. Il rischio che quest’anno scolastico si celebrasse soltanto con la prima classe è scongiurato.

Ci sono voluti l’impegno e la passione del vice presidente della Regione Marilella Lo Bello, – afferma il sindaco di Racalmuto, Emilio Messana –  che ha seguito personalmente il caso, per garantire il presidio scolastico di Racalmuto. L’Uficio scolastico regionale diretto dalla Dott.ssa Altomonte è riuscito a salvare la classe, coordinando al meglio le poche risorse supplementari assegnate alla Sicilia“.

Sono state settimane di passione per tanti di noi, professori ed alunni in testa, i quali hanno fatto sentire la loro voce, rivolgendo numerosi appelli alle istituzioni competenti. Grazie alla professionalità e alla sensibilità dell’Ufficio Scolastico Provinciale, con il Dirigente Dott. Raffaele Zarbo coadiuvato dalla Vicaria Dott.ssa De Felice e dal Dott. Petix , si è potuto meglio istruire la pratica per richiedere una nuova classe all’Ufficio Scolastico Regionale. Un positivo esempio di mobilitazione e di sinergia istituzionale. Abbiamo invitato l’assessore regionale Mariella Lo Bello ad inaugurare l’anno scolastico a Racalmuto, appunto nella terza classe dell’Ipia“.

L’Ipia di Racalmuto – aggiunge Messana – rappresenta la scuola di frontiera, che va salvata. Perché un paese in crisi si risolleva raddoppiando gli investimenti e non chiudendo le strutture per risparmiare.
Ritengo che il messaggio e il senso che possiamo ritenere dalla mobilitazione di queste settimane e dal positivo, accorato, efficace riscontro istituzionale che ne è derivato, siano di non abbandonare le piccole comunità, le piccole istituzioni, anzi di rilanciarle per sollevare il territorio e la comunità“.

Tra poco – conclude Messana – sarà consegnato, rimesso a nuovo, l’immobile della provincia sede dell’Ipia di Racalmuto. Sarà l’occasione per inaugurarlo tutti insieme“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.