fbpx
Cronaca

Maltempo in Sicilia: nove morti a Casteldaccia

Due nuclei familiari riuniti il sabato sera per stare in compagnia, ignari che da lì a breve anche sul versante tirrenico della Sicilia si sarebbe abbattuto il violento temporale che già nell’agrigentino aveva provocato danni e disagi.

Il fatto è accaduto a Casteldaccia e, precisamente, in contrada Dogati Cavallaro a pochi passi dall’autostrada A19. Il fiume Milicia non è molto distante da qui e, dopo il violento nubifragio occorso tra le 19:00 e le 20:00, è andato in piena. L’acqua ha travolto tutto, compresa la villetta dove per l’appunto due famiglie in quel momento stavano trascorrendo la serata.

Come spiega il Giornale di Sicilia, la scoperta è stata fatta intorno a mezzanotte. Non c’era purtroppo nulla da fare, se non accertare quanto accaduto. La zona già intorno alle 20:00 risultava sommersa dall’acqua, era difficile accedere nelle campagne tra Casteldaccia ed Altavilla Milicia anche con i mezzi pesanti. I soccorritori, durante la perlustrazione della zona a seguito delle segnalazioni dalle contrade attorno il fiume Milicia, hanno quindi trovato una villetta completamente sommersa. Lì dentro poi la macabre scoperta.

Le vittime sono nove, tra cui due bambini ed un ragazzo di 15 anni. All’interno della villa della tragedia erano in 12: due però erano usciti per comprare dei dolci, una terza persona è riuscita a mettersi in salvo aggrappandosi ad un albero. Sul posto è stato richiesto anche l’intervento dell’esercito, così come in altri punti del palermitano: Bolognetta, Marineo e la zona del monrealese per ore sono rimaste isolate, in un ristorante si è sfiorata la tragedia visto l’ingresso di acqua e fango durante la cena.

A Vicari si conta un morto causato dal ribaltamento del proprio mezzo vicino il fiume San Leonardo in Piena: complessivamente il palermitano e la Sicilia piangono dunque dieci morti.

foto archivio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.