fbpx
Regioni ed Enti Locali

Terme di Sciacca, la CGIL scrive all’Assessore Armao: “fare massima chiarezza”

“Tra 3 mesi sarà passato 1 anno (1 anno!!!) dalla firma del protocollo con il quale la Regione (Governo Crocetta) cedeva al Comune di Sciacca parte dei beni delle Terme”.

Lo scrivono in una lettera all’assessore regionale Gaetano Armao, il segretario provinciale della CGIL di Agrigento, Massimo Raso, il segretario di zona, Franco Colletti e il Segr. Gen. FILCAMS CGIL Agrigento, Franco Castronovo, che aggiungono:

“Noi siamo tra quelli che non hanno mai nutrito grandi aspettative sulla possibilità del Comune di Sciacca di far compiere all’intera questione passi in avanti significativi. Per mesi abbiamo inseguito questa questione della “consistenza”, adesso, apprendiamo dalla stampa, che questa partita si è chiusa e che il Comune ha consegnato il tutto. Adesso quanti mesi occorreranno per avere il “bando”? E questo benedetto bando dovrà farlo il Comune o la Regione? Ma non si può andare avanti cosi, quante altre stagioni intendiamo perdere???”

“Per Noi, è evidente, che occorre far presto e che il “miglior partner” è quello che offre maggior garanzie circa la capacità di gestione e l’”occupabilità” delle persone: queste questioni non secondarie, riteniamo debbano essere inserite e sottolineate nel Bando ai fini della qualificazione nella scelta. Confidiamo, Caro Assessore, che Ella faccia in tempi brevi la massima chiarezza sulle questioni poste.  Questa Città attende da troppo tempo di vedere ripartire le terme e con esse quel di più di occupazione e sviluppo di cui abbiamo tanto bisogno”, concludono i tre sindacalisti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.