fbpx
Regioni ed Enti Locali

Agrigento, il Prefetto e il Commissario Straordinario del Libero Consorzio incontrano i Sindaci della provincia sul PNRR

Individuare iniziative e progettazioni realizzabili in vista dell’arrivo dei fondi destinati dall’Unione Europea nell’ambito del Piano nazionale di ripresa e resilienza è stato l’argomento di un incontro organizzato dal Prefetto Maria Rita Cocciufa e dal Commissario Straordinario del Libero Consorzio di Agrigento Vincenzo Raffo di Agrigento con i sindaci della provincia.
Il Commissario Straordinario del Libero Consorzio Vincenzo Raffo introducendo i lavori, ha posto la necessità che le Istituzioni si trovino pronte ad affrontare le sfide che riguardano il nostro territorio, alla luce dell’arrivo dei fondi del PNRR. Per il Commissario Raffo occorre che tutti i soggetti istituzionali insieme alle Associazioni di categoria e al Terzo settore, sviluppino iniziative comuni per ammodernare la nostra provincia. Si tratta di un’occasione unica per il nostro territorio e il Libero Consorzio metterà a disposizione la propria esperienza, la professionalità e le competenze tecniche di cui dispone. Raffo ha annunciato, che al più presto saranno convocate anche le forze produttive, i sindacati e le Associazioni di categoria.
Il Prefetto di Agrigento Maria Rita Cocciufa nel ringraziare il Commissario Raffo per l’iniziativa ha ricordato come siano in arrivo dei fondi di cui al momento non si conosce l’esatta destinazione anche se, per grandi linee, serviranno per modernizzare anche il nostro territorio e la Pubblica Amministrazione. Occorre quindi, per il Prefetto, impostare una strategia comune, presentare progetti realizzabili e cantierabili. Questo lavoro produrrà alcune cose: si interverrà sulla intermodalilità delle comunicazioni, sull’energia elettrica e sulla digitalizzazione della P.A. Gli uffici avranno il compito di rappresentare le esigenze più pregnanti del territorio. Infine ha parlato della necessità di compilare dei questionari che saranno inviati ai comuni preparati da una equpe di specialisti guidati dal Prof. Giacomo Minio.
Il Prof. Minio ha parlato delle differenze strutturali tra la nostra provincia ed il resto del paese che sono aumentate anche durante la pandemia. Ha evidenziato i numerosi problemi che creano un clima ostile alle imprese, interessate anche da problemi di forniture elettriche non idonee. Anche il Prof. Minio ha evidenziato l’esigenza di farsi trovare preparati all’arrivo dei fondi del PNRR ma anche dei 140 miliardi di euro previsti nei fondi europei. La scommessa per il Prof. Minio è avere una provincia coesa per avere una visione di sviluppo nei prossimi sei anni.
Numerosi gli interventi dei Sindaci presenti, tra cui quelli di Palma Montechiaro, Ribera , Santa Elisabetta, Santo Stefano Quisquina, Alessandria della Rocca, Naro e Agrigento che hanno ringraziato il Libero Consorzio e la Prefettura di Agrigento per l’iniziativa che può portare ad un reale cambiamento delle prospettive di sviluppo della nostra pronuncia. Posti sul tavolo della discussione l’ammodernamento della rete idrica con la creazione di un sistema di automatizzazione della distribuzione, il rilancio dei Beni culturali, del Turismo della infrastrutture. Anche il Commissario Straordinario della Camera di Commercio di Agrigento si è detto favorevole all’iniziativa dichiarando la disponibilità del suo Ente anche in termini di partecipazione attiva attraverso la logistica del personale della Camera di Commercio.
Si è parlato anche di riprendere l’idea progettuale di costruire l’aeroporto di Agrigento di cui esiste la documentazione completa inclusa la documentazione.
A concludere i lavori l’intervento del Commissario Raffo che ha ringraziato i Sindaci presenti per la disponibilità e del Prefetto di Agrigento Maria Rita Cocciufa che ha elogiato la rinnovata centralità del Libero Consorzio quale Ente di coordinamento territoriale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.