fbpx
Sport

Akragas, Giavarini annuncia: “Ci iscriveremo al prossimo campionato. Continua l’impegno”

marcello giavariniSconforto e amarezza da parte dei vertici dell’Akragas, ma arrivano buone notizie. 

Oggi è stato il giorno dell’attesa conferenza stampa convocata dal presidente onorario, Marcello Giavarini, per fare chiarezza e portare a conoscenza tutti del futuro della società calcistica agrigentina.

Dopo l’amara notizia dell’abbandono di Pino Rigoli della panchina biancoazzurra, arriva però la conferma tanto attesa dai tifosi del “gigante”: un rinnovato impegno societario da parte di Giavarini per iscrivere la squadra al prossimo campionato.

Presente anche il presidente Silvio Alessi, che ha voluto togliere qualche “sassolino” dalle scarpe, parlando dei numerosi problemi che la società ha vissuto. “Se si andrà avanti – afferma Alessi – devo ringraziare due persone: Marcello Giavarini e Peppino Tirri. Grazie a loro si è potuto portare avanti il progetto Akragas. Un ringraziamento esteso anche a tutti i collaboratori, presenti e passati, che hanno portato avanti la situazione“.

Subito dopo la parola al presidente onorario, Marcello Giavarini: “Ringrazio Alessi per le parole nei miei confronti. Voglio far conoscere tutti come stanno davvero i fatti. In queste due settimane sono successe parecchie cose che hanno reso il clima teso e privo di chiarezza in merito al futuro dell’Akragas. Non vi nascondo che sono stato tentato dall’idea di ritirare la squadra dal prossimo campionato dato lo scarso impegno di capitalizzazione“.

Nonostante tutto, l’accordo di massima raggiunto ci permetterà di dare serenità e chiarezza. I soci che non possono ricapitalizzare hanno deciso di lasciare per permettere ad altri di ricapitalizzare. Altri soci, invece, resteranno ridimensionando le loro quote ad una soglia che si potranno permettere. Però tutti dobbiamo ricapitalizzare. Questi soci (fra chi esce e chi ridurrà la propria quota) hanno tempo fino a luglio per trovare altri investitori. Se non vi saranno investitori prenderò io le quote per trovare altri soci. Adesso mi ritrovo economicamente da solo. L’unico aiuto che ho, è quello del presidente Alessi“.

Poi Giavarini parla di quegli investitori cui l’assessore comunale Giovanni Amico aveva preannunciato un paventato interesse: “Ad oggi non è arrivato nessun messaggio da parte di alcuno“.

Fino al 90% – tuona Giavarini – mi ritrovo a finanziare la squadra. Auspico che vi sarà una compagine societaria più forte con una acquisizione del 30-35%. In queste due settimane vi sono state due strade da percorrere: una, quella di ritirare la squadra per un mancato impegno economico; l’altra strada è quella di fare una squadra con le sole forze economiche, con un impegno ridotto“.

Vi comunico ufficialmente – annuncia il presidente onorario – che l’Akragas si iscriverà al prossimo campionato di Lega Pro. Saremo protagonisti come sempre. Quindi per il prossimo campionato: FORZA AKRAGAS! andremo avanti. La corsa del “gigante” continua“.

Siamo però costretti a ridurre il budget del 30-35%, per disputare comunque un campionato che servirà a raggiungere la salvezza“.

Giavarini ha poi parlato di mercato: “Tirri quest’anno avrà un compito difficile con un budget ridotto, ma ce la faremo. Serve il calore della città, dei tifosi. Voglio che siamo in tanti a sostenere la squadra. Bisogna creare dialogo fra tifoseria e società per crescere insieme“.

Questo è stato il primo anno di calcio professionistico e ci sono state tante problematiche, ma questo secondo anno le cose sono più chiare. Lo scorso anno mi sono state prospettate le cose diversamente rispetto alla realtà dei fatti. Se ho promesso la serie B, mi sono sbagliato, ma mi hanno dato un quadro diverso“. “Nonostante tutti i problemi io sono qui per lottare per l’Akragas. Quest’anno cercheremo di disputare un campionato per la salvezza, ma in futuro il nostro obiettivo resta quello di arrivare in Serie B“.

Ringrazio l’impegno del sindaco Firetto e del Consiglio Comunale per la stipula della convenzione. Senza quest’ultima io mi sarei ritirato da finanziatore dell’Akragas. Ricordo comunque che la convenzione non soddisfa appieno la società. Quanto prima presenteremo delle piccole modifiche che ci soddisfino appieno, e siamo sicuri che vi sarà piena condivisione. Si tratta di picolissime modifiche“.

Giavarini auspica comunque un aiuto da parte di tutti, tifosi compresi. La piazza, secondo il presidente onorario, deve fare la sua parte per sostenere la società e la squadra con l’auspicio di arrivare a migliaia di abbonamenti. La scorsa stagione non vi è stata questa sensibilità auspicata, sul quale oggi la società chiede un grande gesto d’amore per i colori bincoazzurri.

Le nuove cariche dirigenziali e il nuovo quadro societario, saranno conferite la prossima settima. Già ieri sono state pagate tutte le incombenze, stipendi compresi.

Da oggi parte una nuova era per l’Akragas.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.