fbpx
Economia

Attenti alle truffe con i broker online: mini guida per scegliere i migliori

Investire sui mercati finanziari è un metodo per guadagnare e arrotondare lo stipendio attraverso azioni, titoli, monete, fondi e altri prodotti altamente remunerativi. Ovviamente per poter avere dei guadagni è bene conoscere i mercati e affidarsi a broker online seri.

Fino a qualche anno fa per investire nei mercati finanziari era necessario rivolgersi a una banca, acquistare dei titoli, come pacchetti azionari e poi aspettare che gli stessi aumentassero di valore per riuscire a lucrare la differenza tra il prezzo di acquisto e il prezzo di vendita. Oggi tutto è diventato più semplice perché basta iscriversi ad un broker online per avere a disposizione una piattaforma che consenta di operare direttamente, cioè senza bisogno di un intermediario, inoltre è possibile guadagnare anche quando i titoli su cui si investe sono in perdita, questo perché non si agisce sul mercato primario, ma su quello secondario. In parole povere non si acquistano i titoli, ma semplicemente si “scommette” sull’andamento del valore degli stessi e quindi se il titolo è in perdita, ma l’investitore aveva previsto proprio ciò, si genera comunque un guadagno.

Fin qui sembra tutto bello, ma in realtà è bene essere cauti e scegliere un broker online affidabile e per farlo è possibile visitare il sito truffa.net che offre consigli per scegliere società che consentono reali guadagni. I broker online consigliati sono stati tutti sperimentati, quindi le recensioni offerte sono trasparenti e rispondenti ad un’esperienza reale di investimento.

Ciò che rende il mondo degli investimenti online particolarmente accattivante è la possibilità di guadagnare in breve tempo delle somme considerevoli, ma è bene fidarsi poco dei broker online che promettono guadagni facili infatti non è così: è essenziale anche una buona conoscenza dei mercati e delle tecniche di analisi. Quando si sceglie il proprio intermediario è necessario in primo luogo verificare che abbia la licenza per poter operare, questa conferma che il broker ha superato i controlli relativi al rispetto della normativa MiFID che regola l’attività dei broker online al fine di tutelare gli investitori. Questo non è l’unico requisito da valutare infatti deve essere presa in considerazione anche la piattaforma utilizzata. La piattaforma è lo strumento attraverso il quale gli ordini vengono inviati, negli investimenti finanziari un elemento molto importante è il tempo, a volte ritardare un’operazione di investimento, o di chiusura dello stesso, anche solo di pochi millesimi di secondo può equivalere a una perdita, ecco perché è di fondamentale importanza che la piattaforma sia intuitiva, ma soprattutto responsive, cioè che esegua immediatamente gli ordini immessi dall’investitore. Una buona piattaforma concede l’accesso anche ai grafici dei mercati in modo che si possa investire in modo informato.

Questi non sono gli unici criteri da adottare nella selezione del proprio broker online, infatti è importante anche controllare i sistemi di versamento e di prelievo dei fondi. I sistemi devono essere crittografati in modo che non sia possibile rubare i dati dei clienti, i sistemi di versamento devono prevedere più opzioni in modo che ogni investitore possa scegliere quello che ritiene più opportuno in base alle proprie esigenze. Per evitare truffe con i broker online è necessario anche controllare il servizio di assistenza che deve essere preferibilmente in italiano, deve essere facile da contattare e disponibile, in questo modo qualunque sia il problema vi è la possibilità di risolverlo in breve tempo. Quando si sceglie un broker online è bene prendere in considerazione la possibilità di iniziare a fare investimenti senza soldi reali e quindi con un conto virtuale, questo consente di testare le proprie capacità, ma anche di capire come funziona la piattaforma e se si è a proprio agio con essa, inoltre consente di capire come sono calcolati i guadagni e le perdite, insomma il conto virtuale aiuta a iniziare gli investimenti in modo responsabile. La maggior parte dei siti offre questa possibilità, ma alcuni richiedono prima un versamento, oppure offrono cifre irrisorie che non consentono una reale esperienza. Per valutare il rischio delle operazioni è bene avere in conto il leverage, o rapporto di leva, questo è creato per  chi investe online in modo che anche investendo poco si possano avere dei buoni guadagni, ad esempio se il rapporto di leva del broker scelto è 1:10 vuol dire che ogni euro investito si avranno risultati come se fossero stati investiti 10, ma questo meccanismo vale anche per le perdite, quindi un rapporto di leva troppo alto può essere particolarmente rischioso e per chi muove i primi passi è paragonabile per gli effetti a una truffa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.