fbpx
Sport

Basket, domani la Fortitudo Moncada sfida l’Acea Roma

cianiUna gara “speciale”. Usa questa parola, Franco Ciani, per presentare la sfida che opporrà domenica pomeriggio la Fortitudo Moncada Agrigento all’Acea Roma, al PalaTiziano.

Giocare nella Città Eterna è speciale di per sé, ancora di più se si pensa alla storia di una società che appena due anni fa si giocava lo scudetto guidata in campo da Gigi Datome.
“Si tratta di una partita particolare, speciale sotto il profilo emotivo e ambientale”, afferma coach Franco Ciani (in foto). “Roma è stata per tanti anni ai vertici della Serie A, è una società che ha una grandissima storia e un presente che, al di là del risultati, parla di una squadra di ottimo livello”.

Un messaggio importante, che stride con i risultati ottenuti finora dai romani (0 vittorie, 2 sconfitte): “Lo zero in classifica non deve ingannare nessuno: Roma ha incontrato Tortona che oggi ha un ritmo superiore a quasi tutte le altre squadre, a Ferentino ha lottato fino all’ultimo contro una delle superfavorite. La classifica non fotografa il loro valore”, spiega Ciani, che non dimentica un altro aspetto particolare di questa partita.

“C’è una terza componente che rende speciale questo incontro: è la nostra prima partita senza Alessandro Piazza. Abbiamo lavorato, preparato delle cose, ma rivoluzionare un sistema di gioco costruito intorno al nostro playmaker non è operazione indolore, né rapida. Verificheremo quello su cui abbiamo lavorato in palestra e anche l’atteggiamento mentale, in quanto dovremo dimostrare il massimo livello di attenzione”.

Anche Marco Evangelisti, uno dei giocatori con maggiore esperienza tra i biancazzurri, invita alla prudenza e alla concentrazione: “Roma è una squadra molto talentuosa nei primi cinque, ma può contare anche su una panchina di ottimo livello. Ci mancherà Piazza, che per noi è un giocatore fondamentale, sicuramente dovremo mettere qualcosa di più in campo tutti quanti per sopperire alla sua mancanza”, dice l’ala della Fortitudo. “Per noi è una partita molto importante, vogliamo rifarci della sconfitta contro Agropoli, ma loro avranno la stessa fame perché sono alla ricerca dei primi due punti. Sarà certamente una sfida interessante, vedremo cosa succederà”.

Giocare senza Piazza è già capitato, sia nella scorsa stagione che in precampionato, da quei momenti bisogna trarre spunti preziosi per poter eseguire al meglio le idee sviluppate in tante settimane di palestra.

“Abbiamo ripreso dei concetti che allora avevamo sfiorato durante il precampionato, quando però la preparazione tattica su avversari e sulle singole situazioni non è quella delle partite con i due punti in palio. Siamo consapevoli degli errori commessi contro Agropoli, la cosa più importante ora è avere la serenità e la consapevolezza per superare questo momento. Senza Alessandro, nello scorso campionato, abbiamo battuto Torino e vinto a Verona nei playoff. Abbiamo una squadra diversa, anche se con una ossatura italiana molto simile, sono certo che saremo pronti a cimentarci in questa sfida contro un avversario che ha qualità e mestiere da vendere, pensando ad esempio a elementi come Bonfiglio, Meini, Maresca, Voskuil, Callahan, Zambon…”, conclude coach Ciani.

Fonte fortitudoagrigento.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.