fbpx
Apertura Regioni ed Enti Locali Salute

Emergenza Covid, da oggi la Sicilia torna in zona gialla: ecco le novità

La Sicilia da oggi, 17 maggio, passa in zona gialla. A comunicarlo era stato nei giorni scorsi il presidente della Regione Nello Musumeci, dopo aver sentito il ministro della Salute Roberto Speranza, che sta per firmare il relativo decreto.
«Dopo tante sofferenze si torna finalmente a respirare – aveva commentato il governatore – e provo gioia soprattutto per gli operatori economici, coloro cioè che più hanno finora sofferto. Teniamoci caro questo risultato, con senso di responsabilità e con il rispetto verso le norme di prevenzione. La battaglia finale si vince solo quando tutti i siciliani si saranno accostati al vaccino».

Con l’entrata in “zona gialla”, i siciliani potranno ora spostarsi liberamente e senza autocertificazione non solo da un comune all’altro, ma anche verso altre regioni.

Fra le più importanti novità quelle relative a bar e ristoranti che potranno restare aperti a pranzo e a cena, ma solo all’aperto.

I commensali dovranno rimanere ad una distanza di almeno un metro ed i tavoli non potranno ospitare più di quattro persone che non siano conviventi. Anche il personale è tenuto a rispettare le regole, ovvero indossare la mascherina.

Asporto e consegna a domicilio saranno sempre consentiti. Dal primo giugno, invece, dovrebbe scattare un altro step nelle riaperture, ovvero la possibilità di consumare anche al chiuso dalle 5 alle 18, mentre la consumazione serale nei locali interni non ha ancora ricevuto l’ok.

Al vaglio del governo nazionale anche l’ipotesi di far slittare l’orario del coprifuoco. Al momento è fissato per le ore 22, ma l’idea sarebbe quella di far slittare dalla prossima settimana l’orario alle ore 23 o alle 24.

Aperti in zona gialla cinema, teatri, musei, aree archeologiche, ma sempre rispettando il distanziamento. Le regole prevedono la prenotazione obbligatoria, un metro di distanza tra gli spettatori, la capienza delle sale non oltre il 50% del totale. All’aperto il limite massimo è di 1000 persone e 500 negli spazi chiusi con l’obbligo della mascherina.

Per quanto concerne lo sport, all’aperto è consentito lo svolgimento di qualsiasi attività sportiva anche di squadra e di contatto.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.