fbpx
Salute

Epilessia: stop alle crisi grazie ad un pacemaker

epilessia1Una nuova speranza per i soggetti affetti da epilessia che risulta essere farmacoresistenze (cioè insensibile a qualsiasi trattamento farmacologico).

Si tratta di un pacemaker cerebrale, che una volta installato nel paziente è in grado di bloccare sul nascere le crisi epilettiche.Il primo intervento neurochirgico per il trattamento dell’epilessia farmacoresistente è stato eseguito, con successo, all’ospedale Molinette di Torino su una bimba di quattro anni di Milano.

“Un rivoluzionario stimolatore di Nome Aspire”- spiega il professor Alessandro Ducati, che dirige Neurochirurgia – “consente di modificare la reattività delle cellule nervose interessate dall’epilessia, mediante la stimolazione del nervo vago. Il sistema è in grado di riconoscere autonomamente l’inizio della crisi, che corrisponde ad un aumento della frequenza cardiaca, mediante l’analisi dell’elettrocardiogramma incorporato e, quindi, di far partire stimoli che la bloccano.”

Una vera e propria svolta” nella cura dell’epilessia farmacoresistente, che potrebbe aumentare le aspettative di vita di diversi pazienti compresi i bambini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.