fbpx
Sport

ESCLUSIVA – Fortitudo Agrigento, il presidente Moncada a tutto campo: “ci sono stati diversi errori” – INTERVISTA

moncada salvatoreDopo la sconfitta nelle Final Eight di Coppa Italia contro la Virtus Bologna, è tempo d’esami in casa Fortitudo Moncada Agrigento.

Un percorso “altalenante” quello dei biancoazzurri in questa stagione che ha fatto storcere il naso ad alcuni appassionati che hanno giudicato il rendimento di qualche giocatore ben al di sotto delle aspettative.

Sembrano infatti lontani i tempi in cui la Fortitudo Agrigento faceva del “gruppo” la vera arma; un potenziale che solo due stagioni addietro aveva fatto sognare agrigentini, e non solo, in quella storica finale “promozione” che ha lasciato l’amaro in bocca. Da lì tutti avevano una consapevolezza: la Fortitudo Agrigento poteva diventare una grande realtà nel panorama del basket italiano. Aspettative che crescevano con gli sforzi e gli impegni di una società che ha investito molto, nel tentativo di “regalare” nuove emozioni allo sport agrigentino.

Obiettivi non certo compromessi sui quali il roster di Franco Ciani si è subito messo a lavoro per lo sprint finale di questa Regular Season prima degli attesi play-off. Saranno infatti le prossime gare a poter rilanciare i “biancoazzurri” verso le zone alte della classifica.

Quest’anno doveva essere l’anno della “maturità”. Era stata questa, ad inizio stagione, la parola d’ordine del presidente Salvatore Moncada (in foto). Una “maturità” che equivale a tirare la somma di quello che è stato.

Presidente Moncada crede che quest’anno sia stata raggiunta la “maturità” di cui parlava?
Quando si inizia un percorso, si deve capire, imparare; successivamente bisogna fare esperienza. Poi c’è un momento della vita in cui si tirano le somme di quello che si è fatto”.
In realtà negli ultimi anni ci sono state cose buone e cose meno buone, però oggi sono diventati più evidenti i nostri errori. Questo perché la qualità conoscitiva del basket è aumentata, e di questo ne sono contento, ma anche perché raggiungere determinati risultati non è così scientifico. Quando parlavo ad inizio stagione di maturità, dopo due anni ci sono stati degli errori e abbiamo fatto degli aggiustamenti; ci sono anche potuti essere stati degli errori su delle persone, ma la realtà è che quando finisce la fame, cosa che succede nella vita in generale, bisognerebbe accorgersene un pochettino prima. In realtà già lo scorso anno avevo visto delle cose che non andavano. Il problema di base è che ci sono stati diversi errori e la verità è che è finito un ciclo. A molti dei nostri giocatori è finita la fame e forse non solo ai nostri giocatori, forse anche al presidente stesso”.

Che ricordi ha della finale promozione di due anni fa?
Non nascondo che sono stato tentato di cambiare, dopo il risultato ottenuto due anni fa con la finale per la promozione. Un risultato difficile da ripetere! In quel momento è come se si fosse esaurito un ciclo. Io non ho avuto il coraggio, il giorno dopo quel successo, di dire: ‘questo è il massimo che siamo riusciti a fare con questo gruppo, ricominciamo’”.

Ha parlato con la squadra?
Io non mi sono mai intromesso negli aspetti tecnici, ma quest’anno dopo le prime due partite ho detto: ‘ci sono problemi grossi’. In realtà, i problemi sono molto più ampi e non addebitabili a questo o quel giocatore. La verità è che oggi c’è un gruppo che ha finito di avere fame. Abbiamo puntato tantissimo su giocatori con i quali si è creato un rapporto strettissimo, ma quando finisce la voglia di fare una determinata cosa, bisognerebbe avere il coraggio ad ammettere di non avere più stimoli”.

Presidente ha qualche rimpianto?
Io sono più arrabbiato per il fatto che l’anno scorso avevo già diversi dubbi, però a volte è difficile esaminare tutto quanto. Quello che pensavo la scorsa stagione, purtroppo è stato confermato quest’anno. La società non so se stia facendo di tutto. Noi abbiamo puntato tantissimo sulla fidelizzazione degli uomini, purtroppo su alcune cose non ci siamo resi conto che stavamo sbagliando. Anche la società ha sbagliato, in quanto doveva essere attenta ad alcuni umori già presenti lo scorso anno”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.