fbpx
Regioni ed Enti Locali

Il rilancio dei mercati rionali al tempo della pandemia. Valenza: “Complimenti all’assessore Picarella”

“A nome mio personale e di Confcommercio ci tenevo a complimentarmi con l’assessore alle attività produttive del Comune di Agrigento Francesco Picarella su come sta gestendo la situazione dei mercati, anche quelli rionali, in questo particolare momento di pandemia”.

Ad affermarlo è Alfonso Valenza, presidente Confcommercio Agrigento che aggiunge:

“L’assessore Picarella, da attento conoscitore della materia è riuscito a dare nuova spinta ai mercati rionali attraverso il rilancio di questa forma di commercio che va incontro alle esigenze dei residenti e della fascia di popolazione con ridotta capacità di spostamento e in alcuni casi anche di spesa.

Bravo è stato Picarella a mantenere i mercati attivi quando ci sono state le condizioni per farlo in sicurezza. Attento e responsabile quando in accordo con il responsabile della salute pubblica, il sindaco Francesco Miccichè, ha deciso di sospenderli per adempiere alle misure anti contagio. Interessante e salutata con interesse anche l’idea dell’Amministrazione comunale di volere manifestare vicinanza ai venditori ambulanti attraverso mirate opere di sensibilizzazione.

Gli siamo grati, anche perché ha voluto ascoltare i nostri suggerimenti e chiesto la nostra collaborazione. Tutto questo, bisogna ammetterlo, ha portato gli operatori ad essere contenti e collaborativi.

A Picarella facciamo i complimenti anche per come ha saputo trovare una soluzione consona al mercato rionale di Villaggio Mosè; da lunedì scorso ospitato nell’area del Palacongressi per consentire i lavori di rifacimento della Piazza del Vespro.

I mercati, occorre ricordarlo, rappresentano – conclude Valenza – da sempre una presenza di vitalità del quartiere, rispondono a esigenze concrete, consentono una diversificazione dell’offerta, rappresentano occasione di sviluppo commerciale per piccoli imprenditori e sono attenti al contenimento dei prezzi, permettendo un’integrazione dei servizi nelle zone meno coperte dalla rete distributiva costituita dai negozi ed esercizi in sede fissa”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.