fbpx
Cronaca Regioni ed Enti Locali

Inchiesta antimafia “Icaro”: chieste altre condanne

tribunaleChiesta la condanna a 28 anni di reclusione per Antonino Iacono, detto “u giardinisi”, e coinvolto nell’inchiesta antimafia denominata “Icaro“. Stessa richiesta per Francesco Messina ritenuto a capo della consorteria di Porto Empedocle.

I pm della Dda di Palermo, durante la loro requisitoria, hanno chiesto altre sei condanne (al momento in tutto sarebbero sedici ndr). I reati contestati sono di associazione mafiosa ed estorsione.

Il primo sarebbe ritenuto dall’accusa capo della famiglia mafiosa di Agrigento. Dodici anni di reclusione sono stati chiesti per il favarese Giuseppe Picillo; 9 anni di reclusione invece chiesti per il 37enne Gioacchino Iacono, e per Giuseppe Lo Pilato, 45 anni, rispettivamente figlio e genero di Antonino Iacono. Analoga richiesta per Mauro Capizzi di 48 anni.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.