fbpx
Regioni ed Enti Locali

Isola Bio Sicilia, al via il seminario “Vantaggi salutistici, economici ed ambientali della filiera corta e del mercato locale”

Dopo il Biotour in diverse aziende agricole nell’Agrigentino, il Consorzio Isola Bio Sicilia sbarca a Caltanissetta con il seminario sul tema “Vantaggi salutistici, economici ed ambientali della filiera corta e del mercato locale”, a cura del Gruppo di Cooperazione Isola Bio, che si inserisce nel più ampio progetto “Bio per Tutti” – finanziato dal Dipartimento regionale dell’Agricoltura, Psr Sicilia 2014/2020 Misura 16 – Cooperazione, Sottomisura 16.4, cui partecipano nove aziende biologiche tra le più rappresentative in Sicilia.

Il Progetto prevede azioni per l’organizzazione dell’offerta e della domanda dei prodotti biologici e tipici siciliani, da commercializzare sul mercato interno e locale mediante i meccanismi della filiera corta, e una serie di azioni tra le quali anche degustazioni, educational tour per Operatori Ho.Re.Ca. e distribuzione di materiale informativo.

“L’evento in programma a Caltanissetta – dichiara Lillo Alaimo Di Loro – presidente del Consorzio del Biologico Siciliano – è l’ennesima tappa del lungo percorso intrapreso dal movimento del biologico siciliano per la costruzione della grande comunità del cibo buono, responsabile e consapevole da produrre nel rispetto di Madre Terra e da reperire attraverso i circuiti della filiera corta e dell’economia solidale”.

Il Seminario, patrocinato dall’Ordine degli Agronomi e dei Dottori Forestali di Caltanissetta e dal Comune di Caltanissetta con la collaborazione dell’Ispettorato Agricoltura nisseno, cominceranno con l’intervento dell’agronomo Giuseppe Simone Craparo, che illustrerà le azioni del progetto “Bio per Tutti”, al quale faranno seguito le relazioni di tre esperti di eccezione sul tema della “comunità del cibo” per valorizzare filiera corta, sviluppo locale e Km zero. Si tratta di Antonello Rizzuto, dirigente IPA CL – settore biologico, che parlerà della importanza della “rete delle comunità locali e dei vantaggi ambientali della filiera corta”; Giuseppina Migliore del dipartimento Scienze Agrarie e Forestali UNIPA, che affronterà il tema dei vantaggi economici della filiera corta e GPP; Maria Laura La Vecchia, biologa nutrizionista, parlerà dei vantaggi salutistici e ambientali dei consumi locali in seno alla dieta mediterranea. Seguirà una tavola rotonda alla quale parteciperanno le principali rappresentanze della comunità territoriale, protagonista delle relazioni di rete volte a valorizzare il rapporto tra il settore della produzione e quello dei consumi per una nuova società della qualità responsabile e della sostenibilità.

Interverranno al dibattito Piero Lo Nigro, presidente dell’Ordine degli Agronomi di Caltanissetta; Marcella Natale, assessore alla Cultura al Comune di Caltanissetta; Francesco Nicoletti, esperto di rete per la crescita territoriale; Luca Miccichè, presidente Pro Loco di Caltanissetta; Gero Bonfante, dell’Azienda agricola Le aromatiche di Girafi; Irene Bonanno, presidente dell’associazione Inner Sicily; Giuseppe Giugno, presidente dell’associazione Alchimia; Gero Mistretta, operatore Farmer’s market.

Le conclusioni dei lavori, coordinati da Calogero Alaimo Di Loro, saranno affidate a Giuseppe Calafiore, ispettore provinciale Agricoltura di Caltanissetta.

Al termine del Seminario, si terrà una degustazione guidata di prodotti enogastronomici biologici locali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.