fbpx
Regioni ed Enti Locali Spalla

Moby Zaza, Sea-Watch e Ocean Wiking, Picarella (Confcommercio): appello alla deputazione, così i turisti cancellano

“La presenza in rada della “Moby Zazà” come nave quarantena per i migranti, Sea-Watch e domani Ocean Wiking in porto, certificano come l’Italia sia diventata la barzelletta d’Europa”.

Ad Affermarlo è il presidente provinciale di Confcommercio Agrigento che aggiunge:

“Non bastava il covid a mettere in ginocchio l’economia, prevalentemente turistica, della zona. Adesso la “singolare” presenza delle navi ONG a Porto Empedocle, e la presenza della nave quarantena in rada, sta provocando diverse cancellazioni nelle strutture turistiche della zona.

La presenza della Moby doveva servire a scongiurare il trasferimento di migranti sul traghetto di linea: ma la politica inetta e inefficace del ministro Lamorgese sul tema sta offrendo alle navi ong un rifugio come se Porto Empedocle fosse l’unico porto sicuro d’Italia.

La situazione sanitaria a bordo di queste imbarcazioni – per fortuna non a contatto con la popolazione- sta mettendo in cattiva luce tutto il territorio con danni d’immagine e conseguenze economiche gravissime.

Si rende necessario pertanto un immediato intervento risarcitorio per gli imprenditori e gli esercenti commerciali che con grande difficoltà stanno provando a rialzare la testa dopo la chiusura derivata dalla pandemia. Occorre pensare a misure compensative per il territorio.

Assurdo che i turisti per arrivare in vacanza, soprattutto dall’America e da tanti altri paesi, debbano sottoporsi a limitazioni, mentre il traffico di esseri umani con la complicità delle organizzazioni non governative, possa tranquillamente continuare sulle nostre coste in barba ad ogni regola.
Da qui l’appello alla deputazione regionale e nazionale affinché venga immediatamente ristabilita la necessaria tranquillità al territorio attraverso interventi che prevedano una fiscalità di vantaggio e risarcimenti agli esercenti per il gravissimo danno arrecato da una politica migratoria fallimentare”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.