fbpx
Regioni ed Enti Locali

Programma Innovativo Nazionale per la Qualità dell’abitare: novità per i Comuni di Licata, Palma di Montechiaro e Ravanusa

Programma Innovativo Nazionale per la Qualità dell’abitare. La Regione siciliana ha sposato il progetto dei comuni di Licata, Palma di Montechiaro e Ravanusa.

Infatti, la giunta regionale ha approvato l’idea progettuale dei tre enti agrigentini che prevede il riassetto dei rispettivi centri urbani, con una richiesta di finanziamento complessiva di 15 milioni di euro.
Il Sindaco di Palma di Montechiaro, Stefano Castellino, esprime gioia, orgoglio e compiacimento per l’avvenuta approvazione da parte del Governo Regionale del progetto che vede i comuni di Palma, Licata e Ravanusa partecipare insieme ad un bando di rigenerazione urbana sociale ed umana bandito dal Governo Centrale.

“La dimostrazione che quando i territori fanno asse e lavorano insieme all’unisono, nell’interesse delle proprie comunità, si possono raggiungere risultati ragguardevoli. Ringraziamo il Presidente Nello Musumeci, l’Assessore Marco Falcone e tutto il Governo Regionale per il loro sostegno, essenziale e fondamentale per il raggiungimento del finanziamento, grazie al Sottosegretario On. Giancarlo Cancelleri per la sua disponibilità e la sua attenzione mostrata per i nostri territori.. L’intervento che riguarda Palma di Montechiaro prevede la riqualificazione della parte nord della Città , quartiere “Pizzillo”, e, più propriamente, via creta, via Martiri di Cefalonia, via dei Partigiani etc; e ancora la creazione di tre centri sociali e culturali, che saranno importanti spazi educativi e di aggregazione sociale. Un altro importante traguardo è stato raggiunto per Palma di Montechiaro. Ringrazio il Sindaco di Ravanusa Carmelo D’Angelo e il Sindaco di Licata Giuseppe Galanti per il lavoro svolto insieme al sottoscritto, nella consapevolezza che questo rappresenti un traguardo importantissimo e che sia stata un’occasione fondamentale per altre future collaborazioni finalizzate allo sviluppo del nostro territorio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.