fbpx
Cronaca

San Leone, mare mosso: bagnante in difficoltà salvato dalla Guardia Costiera

salvataggioNel pomeriggio di ieri, mercoledì 14 ottobre, la Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di P. Empedocle ha effettuato, nello specchio acqueo antistante la frazione di S. Leone (Comune di Agrigento), un intervento a favore di un bagnante in difficoltà.

Poco dopo le ore 17.15 un uomo ha segnalato telefonicamente al numero blu 1530 che il bagnante, allontanatosi a nuoto, si trovava a notevole distanza dalla costa ed impossibilitato a fare rientro a terra per via delle forti correnti e del moto ondoso in aumento. La sala operativa della Capitaneria di Porto (responsabile d’ispezione: 1° Maresciallo Vincenzo Mulé) ha pertanto disposto l’immediata uscita della motovedetta CP 819 della Guardia Costiera e l’intervento di una pattuglia a terra. La motovedetta (Capo 1^ cl. Franco Valentino, Sottocapo 2^ cl. Salvatore Sirico, Sottocapo 2^ cl. Antonio La Licata) ha raggiunto in pochi minuti il tratto di mare nei pressi del chiosco Oceanomare dove, ad oltre 150 metri dalla riva, ha avvistato tra le onde il bagnante in difficoltà ed in condizioni di estrema stanchezza: l’uomo (G.S., turista di 71 anni di Vicenza) è stato tratto a bordo dell’unità che si è poi diretta verso lo scalo di P. Empedocle. All’arrivo in banchina, attorno alle ore 18.00, i sanitari del servizio 118 hanno prestato all’uomo le prime cure per un principio di ipotermia, provvedendo successivamente al suo trasferimento in autoambulanza all’Ospedale Civile di Agrigento.

“Dalle prime ore di giovedì 15 ottobre 2015, e per le successive 24/36 ore, si prevedono precipitazioni da sparse a diffuse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, sulla Sicilia. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento”.

La Capitaneria di Porto – Guardia Costiera ricorda a tutti i frequentatori delle spiagge e delle coste che è sempre raccomandata la presenza di una persona a terra in grado, in caso di difficoltà, di allertare la Guardia Costiera con una chiamata telefonica al numero blu 1530 “emergenze in mare”, gratuito e valido su tutto il territorio nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.