fbpx
Cronaca Spalla

Agrigento, Daspo e DACUR: due provvedimenti del Questore Iraci

Lo scorso 2 luglio il Questore della Provincia di Agrigento, Rosa Maria Iraci, in virtù del nuovo decreto sicurezza-bis irrogato la misura di prevenzione del DASPO nei confronti di B.S. classe 1990, abitante a Favara, della durata di anni tre.

Nello specifico il nuovo decreto sicurezza ha apportato delle modifiche nella parte in cui è previsto che il Questore possa disporre il D.A.SPO nei confronti di: “coloro che risultano denunciati o condannati anche con sentenza non definitiva nel corso dei cinque anni precedenti per alcuno dei reati di cui all’articolo 4, primo e secondo comma, della legge 18 aprile 1975, n. 110…anche se il fatto non è stato commesso in occasione o a causa di manifestazioni sportive”.

In particolare il B.S., nel corso nel corso di un servizio di prevenzione e repressione dei reati svolto in Agrigento in data 15.05.2019 da personale della Squadra Mobile, era stato tratto in arresto in flagranza per i reati di porto in luogo pubblico di arma clandestina con relativo munizionamento e porto fuori dell’abitazione senza giustificato motivo di un tirapugni in metallo.

E’ stato, altresì, irrogato un Divieto accesso nelle aree urbane del centro storico (cd. D.AC.UR) nei confronti di S.E., Gambiano, classe 2001, della durata di anni UNO, abitante a Palma di Montechiaro.

E’ stato applicato il D.AC.UR. nell’aria urbana compresa tra via Atenea e via Empedocle del “centro storico” in quanto era stato sanzionato già due volte per ubriachezza, da personale dell’U.P.G.S.P. di questa Questura ed era stato allontanato dal centro urbano.

I due provvedimenti sono stati redatti dalla Divisione Anticrimine della Questura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.