fbpx
Regioni ed Enti Locali

Agrigento, insediato il nuovo Presidente del Tribunale

tribunaleCerimonia di insediamento oggi al Tribunale di Agrigento per il nuovo Presidente, Pietro Maria Antonio Falcone, 61 anni, che sostituisce, dopo 15 mesi di “vacatio” il dottor Luigi D’Angelo, andato in pensione lo scorso anno.

La cerimonia è stata presieduta dal giudice Luisa Turco, che ha sostituito D’Angelo fino alla giornata odierna.

La nomina di Falcone, già presidente della quarta sezione penale del Tribunale a Palermo, è avvenuta con voto unanime dal Consiglio Superiore della Magistratura. 

Una esperienza, quella di Falcone, che inizia fin da giovane età, visto che ricopre il primato di essere stato, a soli 47 anni, il più giovane presidente d’Italia di un palazzo di Giustizia (Nicosia ndr).

Presenti alla cerimonia, svolta nell’aula “Rosario Livatino”, il procuratore capo Renato Di Natale, l’aggiunto Ignazio Fonzo, i magistrati operanti ad Agrigento, nonchè numerosi avvocati che hanno voluto “salutare” l’arrivo di Falcone.

Non è voluto mancare anche il presidente del Tribunale di PalermoSalvatore Di Vitale, che ha salutato così l’insediamento di Falcone: “E’ un ruolo particolare, complicato e complesso, ma tu sei ben attrezzato per fare bene. Il Csm non poteva fare scelta migliore, sopratutto perchè conosci bene il territorio“. 

Il neo presidente del Palazzo di Giustizia agrigentino è infine intervenuto volendo ringraziare tutti: “Voglio ringraziare le autorità civili, militari e religiosi per la loro presenza. Voglio salutare anche i miei genitori, oggi presenti, nonostante la loro età. Nei prossimi giorni intendo incontrare tutti per avviare un dialogo utile. Ringrazio Salvatore Di Vitale e Renato Di Natale; con loro ho condiviso tante emozioni che hanno segnato la vita“. Poi Falcone annuncia la linea che il proprio Ufficio vorrà intraprendere: “Non ho intenzione di stravolgere molto. Penso ad un tribunale aperto, capace di non trascurare nulla“.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.