fbpx
Politica

Agrigento, la consigliera Bongiovì: “San Leone è un caso totale”

“Si intervenga subito, prima che il disordine diventi dannoso per l’incolumità di chi decide di raggiungere e vivere la movida ed il relax della zona turistico balneare della città di Agrigento”.
Lo afferma il consigliere comunale di Agrigento, Alessia Bongiovì, che prosegue: “Ripongo sempre fiducia sul sindaco Miccichè, ma bisogna sottolineare il fatto che il Lido di San Leone, è un quartiere a vocazione turistica, e lo testimonia l’affluenza che si registra in questo periodo e le tante strutture ricettive presenti. Migliaia di persone raggiungono San Leone, ma, a causa di un’assenza totale del controllo del territorio, ciò che vivono è un disagio notevole, che potrebbe generare rischi anche per la sicurezza delle persone. I vigili urbani ci sono in presenza massiccia solo in alcuni orari della sera, quando invece basterebbe una turnazione durante la giornata. Da questo ne consegue che il traffico si paralizza, a causa di auto posteggiate ovunque, anche sui marciapiedi. Persone che sostano pericolosamente a gruppi consistenti in mezzo alla strada, con il traffico veicolare che non viene assolutamente controllato e moderato. Non ci sono parcheggi per i ciclomotori e il piano traffico non tiene conto di eventuali vie di fuga. I mezzi di soccorso non possono transitare nelle vie interne e nemmeno sulle strade principali. Un vero collasso sull’ordine pubblico”, – prosegue la Bongiovì – , “che non può e non deve essere gestito con la solita superficialità, senza governarle, senza orientarle e senza ordinarle. Bisogna cambiare pagina, bisogna guardare oltre, e per questo occorre una mente imprenditoriale ed una caparbietà di politica sana, dura e costante, quella che spero di riscontrare sempre di più in questa nuova amministrazione”.
“Ancora nel 2021, manca la comunicazione, spuntano mercatini che occupano zone di parcheggi e creano solo disagio. La vendita di merce contraffatta è sempre tollerata. Servono i vigili urbani, che in realtà dovrebbero esserci quotidianamente visto il notevole disagio e disordine che si vive nel quartiere ogni giorno della settimana. Ricordo solo un’azione di collaborazione tra il comune, nella persona dell’assessore Picarella, e le forze dell’ordine, per lo sgombero degli abusivi, ma ribadisco che occorre costanza.
Inoltre c’è carenza di pattumiere, e mancano i servizi igienici. Su questo ultimo punto, ribadisco sulla mia note di qualche mese fa, sui bandi pubblici per la privatizzazione e l’affidamento delle strutture pubbliche. E faccio fede per rafforzare il servizio di spazzamento e pulizia in generale, si CUP proposti dall’assessore Vullo che già sono stati approvati dalla giunta.”
Conclude la consigliera Bongiovì:
“San Leone è abbandonato a se stesso. Confidando nell’amministrazione, mi auguro che provveda subito e non rinvii all’anno prossimo. E’ nei suoi obblighi, lo deve fare e deve farlo subito”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.