fbpx
Regioni ed Enti Locali

Agrigento, problematica viaria all’Ospedale: soddisfazione della Cgil

Il Segretario della Filt Cgil Giovanni DONISI unitamente al Segretario della CGIL Massimo RASO esprimono la propria soddisfazione per la soluzione dellla problematica viaria all’interno dell’ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento.

Era il gennaio del 2017 quando esprimemmo come FILT tutto il nostro disappunto ed illustrammo la difficile situazione in cui si venivano a trovare quei cittadini che hanno necessità di prendere il mezzo pubblico, e nella fattispecie i mezzi urbani di trasporto pubblico locale della Tua srl, per recarsi all’ospedale di Agrigento.
Denunciammo come i mezzi pubblico da più di due anni non avevano accesso nell’area privata, in particolare nel vialetto che porta dall’ingresso dell’ospedale fino all’ex capolinea, unica via di accesso a senso unico di marcia, per l’insistente sosta di automobili, nonostante il divieto di sosta pena rimozione, impedendo di fatto il passaggio degli autobus con il conseguente blocco. La situazione era particolarmente grave quando ad essere impedito era il transito alle ambulanze.

“Ogni qualvolta i conducenti chiamavano le forze dell’ordine, – prosegue la nota della Cgil – questi rispondevano con esito negativo per la dichiarata incompetenza ad intervenire in area privata.
Da allora i mezzi non transitavano più all’interno del plesso. Ne consegue che i cittadini venivano lasciati dai mezzi pubblici davanti ai cancelli del nosocomio per prevenire situazioni di pericolo.
Allora il Sindaco assicurò un tempestivo intervento, che si realizza solo adesso grazie a questa convenzione tra l’Azienda sanitaria provinciale ed il Comune di Agrigento volta a disciplinare il traffico veicolare e le modalità di sosta delle autovetture nell’area del presidio ospedaliero “San Giovanni di Dio” di Agrigento.
“Meglio tardi che mai, anche se davvero è esasperante vedere che si debba aspettare la realizzazione di cose che sono di assoluto buon senso ed a costo zero”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.