fbpx
Regioni ed Enti Locali

Agrigento, rifiuti e discariche. “Agrigento Punto e a Capo”: “occorre censimento, pagare tutti per pagare meno”

“La caccia al singolo sacchetto selvaggio non risolverà mai il problema delle mini discariche abusive!”.

Ad affermarlo in una nota è il movimento civico “Agrigento Punto e a Capo”, che interviene così dopo i numerosi fenomeni registrati negli ultimi mesi di rifiuti abbandonati indiscriminatamente da cittadini incivili per le strade.

“La raccolta differenziata – scrive Mario Aversa – sta funzionando abbastanza bene, questo va detto ma, a quanti di voi capita di trovare accanto al vostro mastello, uno o più sacchetti di ‘munnizza’ di origine anonima? – Non credo di essere il solo a vedere ovunque agli angoli delle strade, lungo le carreggiate stradali, all’interno di aree boschive…piccoli o grandi cumuli di rifiuti? Questo fenomeno si è amplificato da quando sono stati rimossi i cassonetti dove conferivano i cosiddetti regolari ma anche i tanti abusivi”.

“Allora, posto che un serio censimento porta a porta andava fatto in tempo utile, prima dell’inizio del nuovo servizio, oggi alla luce delle continue emergenze ‘munnizzifere’, i cui costi di bonifica ricadono sulle tasche dei contribuenti mi chiedo: chi o cosa impedisce all’amministrazione comunale attivare utili misure per stanare gli evasori?  Non è forse vero che se pagassimo tutti, pagheremmo tutti molto meno?”, conclude Aversa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.