fbpx
Apertura Regioni ed Enti Locali

Agrigento, tensione in zona Ravanusella, l’ira dei senegalesi: “Via gli spacciatori” – FOTO E VIDEO

“Siamo qui da 30 anni, abbiamo qui le nostre famiglie, non possiamo accettare una situazione del genere”. E’ questo il grido d’allarme lanciato dalla comunità senegalese di Agrigento, che da alcuni giorni è alle prese con il problema dello spaccio nel quartiere Ravanusella, dove storicamente i cittadini del paese africano sono insediati.

Qui i senegalesi hanno la moschea, anche in questo venerdì la comunità si è riunita in preghiera, molti di loro abitano e lavorano ad Agrigento dagli anni ’90.

Rari i problemi con gli agrigentini, anzi tra senegalesi e siciliani il rapporto è sempre stato buono. Ma adesso, quasi paradossalmente, sono proprio i senegalesi a lamentarsi di quanto prodotto dalla recente ondata migratoria: “Nelle nostre zone spacciano – afferma un rappresentante della comunità – Già da giorni lo segnaliamo. Giovedì si è arrivati al limite, perchè alcuni ragazzi gambiani sono entrati dentro la casa di un nostro connazionale aggredendo due persone”.

In via Vallicaldi ci sono ancora i segni di una colluttazione, tracce di sangue che testimoniano quanto avvenuto: “Questo venerdì pomeriggio – afferma ai nostri microfoni uno storico rappresentante dei senegalesi ad Agrigento – Volevamo un chiarimento con questi ragazzi del Gambia”. Al contrario, la situazione è stata sul punto di degenerare.

Nel quartiere Ravanusella sono arrivati Polizia e Carabinieri, hanno evitato il deteriorarsi delle liti, i senegalesi premevano affinché i ragazzi riconosciuti come spacciatori lasciassero il quartiere. Gli uomini dell’Arma, anche con l’aiuto dei più importanti rappresentanti della comunità senegalese, sono riusciti a riportare la calma ed hanno iniziato le procedure di identificazione di alcuni ragazzi non residenti nella zona.

Ma adesso i cittadini del Senegal vogliono sicurezza: “Abbiamo qui le famiglie, non possiamo rischiare di avere problemi nelle nostre case”, ripetono i rappresentanti. Un fronte comune della comunità contro lo spaccio e contro quello che accade tra le vie Gallo, Vallicaldi e piazza Ravanusella. Una zona un tempo riconosciuta come “a luci rosse” dagli agrigentini, dove adesso però tra case abbandonate e degrado alcuni gruppi hanno organizzato vere e proprie centrali di spaccio.

(Guarda il video)

Mauro Indelicato – Infoagrigento.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.