fbpx
Apertura Regioni ed Enti Locali Salute

Coronavirus, crescono i casi nell’agrigentino: ecco dove

L’Asp di Agrigento conferma altri cinque casi di positività a Licata per i quali ha richiesto la notifica del provvedimento di permanenza domiciliare obbligatoria.
Il numero complessivo dei contagiati a Licata sale così a 42.

Anche a Palma di Montechiaro l’Asp ha notificato un nuovo caso riguardante un nuovo focolaio. Gli attuali positivi salgono a 9.

A Favara, la Sindaca Anna Alba comunica anche la positività di nuovi 4 casi che si aggiungono a quelli notificati nella serata di ieri. “In alcuni – afferma la prima cittadina – il ceppo è identico, in altri no. Stiamo cercando di capire il punto di contagio”.

Nella serata di ieri anche a Naro la Sindaca Maria Grazia Brandara portava a conoscenza della continua evoluzione della situazione dei contagi Covid: “Attualmente – dice la prima cittadina – abbiamo 15 positivi e 25 persone in quarantena”.

“Alcuni dei positivi – continua Maria Grazia Brandara – sono anziani ospiti di una struttura. Io sono in continuo contatto con le autorità competenti, ci sentiamo spessissimo. Tutto questo sta accadendo desta preoccupazione, ma sappiate che l’Asp darà tutte le indicazione per la gestione dei soggetti positivi”.

“Non è da persone intelligenti, bypassare l’ordinanza che impone la chiusura dei locali alle 18 e fare feste private in periferia”, conclude Brandara.

Anche a Racalmuto la situazione vede, nelle ultime ore, altri due contagi: “Ad oggi – afferma il Sindaco Vincenzo Maniglia – i contagiati sono saliti a 7 di cui 1 guarita, 2 in attesa di esito tampone e 4 soggetti a quarantena obbligatoria. La situazione comincia a destare preoccupazione e pertanto l’invito alla prudenza deve essere ancora più prioritario. Per la commemorazione dei defunti è importante rispettare le indicazioni dell’Ordinanza Sindacale e garantire l’accesso contingentato nel cimitero senza creare fenomeni di assembramento, usando mascherina e distanziamento sociale. E’ necessario contenere i casi di contagio per non incorrere in ulteriori misure restrittive. Auguro alle persone contagiate una pronta guarigione nella speranza che non vi siano ulteriori casi”.

Ieri a Canicattì altri due soggetti erano risultati positivi al Covid-19. “Uno di questi soggetti – scrive il Sindaco Ettore Di Ventura – risultato positivo al momento si trova ricoverato presso una struttura ospedaliera in quanto sintomatico.
Per quanto riguarda, invece, il plesso scolastico Don Bosco l’indagine epidemiologica effettuata in questi giorni, che ha riguardato alunni e docenti del predetto istituto, ha dato fortunatamente esito negativo. Affettuosi auguri da parte mia a tutti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.