fbpx
Sport

Fortitudo: Ciani ed Evangelisti dopo una settimana catartica “la squadra è pronta a risalire la china”

 

ciani evangelisti 1Voglia di ripartire dai propri errori, voglia di riscatto, è quanto trapela dalle parole di Coach Franco Ciani e dell’ala biancazzurra Marco Evangelisti, che si sono confrontati con i giornalisti nell’ormai tradizionale conferenza stampa prima della gara di domenica che vedrà la Fortitudo Moncada Agrigento affrontare in casa il Casale Monferrato.

Una settimana non facile quella affrontata dai biancazzurri
“La sconfitta in casa di domenica è stata più pesante delle altre” confessa alla stampa Franco Ciani, che ha motivato la squadra a trovare quell’appiglio utile alla reazione per ritornare sul “sentiero” di quel progetto sposato da tutti all’inizio della stagione.

Non barcolla il solido Coach e dice” La classifica è cortissima, pur essendo consapevoli che il percorso è difficile. Abbiamo la possibilità di risalire la china. Dalle situazione negative si trae maggiore forza. Sono sereno, stiamo lavorando tanto. Questa settimana abbiamo lavorato ancora meglio dei giorni passati. C’è voglia di essere onesti sempre. E’ un momento difficile, ma lo abbiamo affrontato con tanta maturità. Questa situazione rinnovata si deve esprimere sul campo.”

Quella di domenica, si preannuncia una partita complessa, resa ancora più difficile dalla componente umorale sia dei biancazzurri che da Casale Monferratto
“ I giocatori di Casale vengono da una vittoria, quindi anche loro sono in forte ripresa. Noi abbiamo meno entusiamo e più peso. Credo che maturità ed intelligenza dell’ambiente di Casale, saprà anche moderare il livello di entusiasmo dovuto alla prima vittoria, forse saranno un pizzico più sereni. Casale e Agrigento negli ultimi due anni si sono incontrate una marea di volte, la difesa è quella cosa che spesso ci ha consentito di stare in partita è cosi anche per Casale. Le difese cercheranno di avere il dominio di gioco.”
Parlando dei due americani, su cui, sono sempre puntati gli occhi dei tifosi, il Coach Ciani non sembra fare distinzioni di sorta Ognuno di noi deve fare qualcosa di diverso. Non dobbiamo addossare il rendimento al singolo. Dobbiamo ripartire dal primo quarto ed al terzo quarto di domenica, la squadra è stata capace di fare un parziale di 20 a 4, contro una delle squadre del momento. Non dobbiamo essere la squadra che ha preso 0-18. Dobbiamo avere la giusta razionalità nella gestione delle scelte.”

Piazza, il playmaker biancazzurro, sarà nuovamente il grande assente della prossima partita, anche se notizie incoraggianti arrivano dagli esami strumentali. Coach Ciani, non si trincera dietro l’assenza del bolognese e come è suo solito fare, soppesa razionalmente la situazione “In questi cinque anni non ho mai iniziato l’analisi del post partita da una assenza, sarebbe sciocco dire è uguale giocare senza Piazza, non è cosi. Abbiamo una rosa di giocatori di qualità. Nella costruzione dell’amalgama, non avendo una solidità di sistema, tutti gli intoppi creano una difficoltà in più, che preferiremmo evitare. Anche senza Piazza, giocheremo. La partita si alza la palla a due, chi c’è gioca e quelli la devono vincere“.

Una settimana definita da Marco Evangelisti, quasi catartica, in cui si è tanto parlato, discusso, analizzato, soppesato,
“ Abbiamo fatto riunioni, confessionali, ne siamo usciti tutti molto contenti. Sono venute fuori tutte le problematiche che abbiamo avuto fino ad adesso, da un punto di vista umano e tecnico.” Queste le parole di Evangelisti, da cui trapela una voglia di risollevarsi da questa situazione stagnante

Abbiamo deciso di dare un taglio e ripartire da zero, o quasi. Siamo consapevoli che se continuiamo a perseverare negli errori, di ogni tipo, sia dallo spogliatoio che dal campo, non si va da nessuna parte. Da domenica inizia un altro campionato, qui non ti regala niente nessuno. Non si vince senza dare il cento per cento in campo.”

Riguardo agli avversari che i biancazzurri incontreranno domenica l’ala toscana afferma con consapevolezza e maturità “Non verranno qui a passeggiare, noi ci giochiamo anche la faccia che abbiamo messo in queste riunioni, dobbiamo dimostrare che siamo uomini, mettendo sul campo quello che ci siamo detti.”

Non si è mai sottratto al suo ruolo, alla lucidità che spesso in campo serve per non farsi trascinare dagli eventi negativi, Evangelisti ha, soprattutto domenica scorsa, dimostrato di assumersi quelle responsabilità che hanno fatto per un momento sperare nella rimonta “Dobbiamo essere presenti con la testa e con lo spirito giusto. Abbiamo parlato, non c’è niente di catastrofico, stiamo lavorando bene e serenamente. Il lavoro paga, ne usciremo fuori. Serve concentrazione, ascoltando sempre ciò che dice coach Ciani. Non siamo in una posizione in classifica irrimediabile, dobbiamo trovare i nostri equilibri. Non c’è nulla di disastroso, dobbiamo capire che tutti devono dare l’anima. Solo così possiamo arrivare lontani, se fossi un tifoso non sarei allarmato, lavoriamo mattina e sera, per cercare di capire. Chi scende in campo deve essere duro mentalmente, in modo da non vanificare il lavoro degli altri. Io sono disposto a prendermi tutte le responsabilità del caso, mi piace anche“.

Parole incoraggianti suggellate da un sorriso, fanno ben sperare che il vero valore di questa squadra potrà riprendere presto la lucentezza che merita e possiede.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.