fbpx
Regioni ed Enti Locali

Giornate Europee del Patrimonio, domenica celebrazioni al parco Archeologico di Agrigento

Domenica 22 Settembre dalle ore 15:30 alle ore 18:30, presso l’Antiquarium del Mare Daniele Valenti, edificio accanto al Tempio dei Dioscuri, il Parco archeologico e Paesaggistico Valle dei templi in collaborazione con Arkeos celebrerà la Giornata Europea del Patrimonio (GEP 2019), il cui tema quest’anno ha il significativo titolo “Un due tre… Arte! – Cultura e intrattenimento”.

Per l’occasione saranno messe a disposizione del pubblico delle attività didattiche per grandi e piccini e delle visite guidate dell’Antiquarium, allo scopo di accompagnare il visitatore alla scoperta del percorso espositivo “Il mare oltre la Valle”. I reperti in mostra sono il frutto degli scavi della Soprintendenza di Agrigento e della Soprintendenza del Mare, a cui Daniele Valenti diede un decisivo contributo, ma anche dei recuperi della Lega Navale o delle Forze dell’Ordine.

Lasciatevi incantare dalle ancore delle navi che nei secoli hanno solcato il nostro mare, dalle anfore che trasportavano il vino e l’olio da un porto all’altro lungo le tratte del Mediterraneo, e dagli unici reperti facenti parte dell’artiglieria del relitto della Bottazza, rinvenuto a poca distanza da San Leone.

A partire dal 1985, anno in cui vennero istituite, le Giornate Europee del Patrimonio si offre a più di 20 milioni di persone una rara opportunità di accesso a migliaia di siti e a eventi unici in tutta Europa. Tramite le Giornate Europee del Patrimonio si desidera stimolare l’interesse e la sensibilizzazione riguardo la ricchezza e la diversità culturale dell’Europa, combattere il razzismo e la xenofobia e promuovere una maggiore tolleranza verso le altre culture; inoltre, si intende sottolineare l’importanza del ruolo che le autorità europee e locali sono chiamate a svolgere circa la tutela del nostro patrimonio, al fine di permettere la costruzione di una identità europea tramite la conoscenza del proprio patrimonio culturale comune e di partecipare attivamente alla salvaguardia del patrimonio culturale dell’Europa per le generazioni presenti e future.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.