fbpx
Sport

Il “cuore” dell’Akragas non basta: contro il Matera finisce 3-1

matera akragas1Dopo 6 risultati utili, cede l’Akragas di mister Raffaele Di Napoli che nulla può contro un ottimo Matera.

Finisce con il risultato finale di 3 a 1 per il Matera. Una gara che, nonostante il risultato, ha mostrato una buona Akragas che, soprattutto dopo il doppio svantaggio del primo tempo, ha lottato alla ricerca del pareggio.

La cronaca della partita ha visto subito la squadra casalinga non perdere tempo e dopo 5 minuti arriva il gol del vantaggio con Negro che su calcio di rigore spiazza Pane. Penalty concesso dal sig. Massimi dopo un fallo su Iannini da parte di Pezzella. Squadra aggressiva quella della Città dei Sassi che dopo altri 5 minuti sfiora il raddoppio con una ghiotta doppia occasione: prima con Strambelli con un tiro a giro, poi con Negro che con una splendida rovesciata trova pronto un ottimo Pane.

Per vedere l’Akragas dalle parti di D’Egidio ci vuole mezz’ora di gioco con un calcio di punizione di Zanini che sulla respinta finisce su Salvemini che a botta sicura trova De Franco che salva il gol del pareggio.
Ottima reazione dei biancoazzurri di Agrigento che però subiscono la rete del raddoppio al 42° minuto con Strambelli: inserimento centrale del numero 10 che buca la difesa e spiazza l’estremo difensore dell’Akragas. Prima del fischio, mister Raffaele Di Napoli effettua il primo cambio: fuori Carillo, dentro Cocuzza.

Nella ripresa è ancora Negro a impensierire la difesa akragantina, ma il tiro finisce fuori lo specchio della porta. Strambelli prova a trovare il tris al 57° minuto, ma Pane dice “no”. Al 64° è ancora sostituzione per l’Akragas: Di Napoli fa entrare Palmiero al posto dell’argentino Cochis. Dopo un minuto è Auteri che effettua la sua prima sostituzione: dentro Carretta, fuori Sartore. Ed è il proprio il nuovo entrato della squadra casalinga a trovare la porta al 66° minuto, ma Pane si fa trovare pronto.

Al 68° Cocuzza tenta di accorciare il divario, ma D’Egidio para in tranquillità. Ora è l’Akragas che prova il tutto per tutto mettendo in campo cuore e grande voglia. Al 75° l’ex Longo prova, ma il tiro finisce fuori lo specchio della porta. Mister DI Napoli vuole una Akragas offensiva e al 76° fa entrare l’attaccante Gomez al posto di Pezzella. Auteri fa invece entrare De Rose al posto di Strambelli.
Scelta tattica azzeccata quella del tecnico akragantino che al 79° accorcia con Gomez sul delizioso assist di Marino. Matera 2, Akragas 1. I “giganti” di Agrigento ora ci credono e all’81° è Longo a tentare il pareggio, ma il suo destro finisce fuori.

A sei minuti dal fischio finale mister Auteri effettua la sua ultima sostituzione: Entra Louzada esce Negro. Nei minuti finali è l’Akragas alla ricerca del pareggio, ma al 94° arriva la terza rete del Matera con uno sfortunato autogol di Thiago Cazè che spezza i sogni dell’Akragas.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.