fbpx
Cucina

“Il pranzo della domenica”- dessert- crostata “amalfitana” crema e amarene

Siete in cerca della ricetta di un dolce sontuoso e godurioso come solo il dolce della domenica può essere? Ve lo diamo noi! Oggi la nostra rubrica di cucina “Il pranzo della domenica”, vi propone la ricetta di un dessert spettacolare: la crostata “amalfitana” con crema e amarene. Si tratta di un dolce tipico, croccante fuori e umida e morbida all’interno, con quella nota di dolce/aspro che danno le amarene. Ecco come realizzarlo:

Ingredienti:

INGREDIENTI PER LA FROLLA ( PER UNO STAMPO DI 24 CM)
Uova (circa 2) 110 g
Farina 00 300 g
Burro freddo di frigo 150 g
Zucchero 150 g
Sale fino 3 g
Scorza di limone (possibilmente non trattati e della Costiera) ½
Lievito in polvere per dolci 1 cucchiaino

PER LA CREMA
Amarene sciroppate 120 g
Latte intero 370 g
Tuorli (circa 4) 60 g
Zucchero 150 g
Farina 00 40 g
Scorza di limone (possibilmente non trattati) 1

PER GUARNIRE
Zucchero a velo q.b.

Preparazione

Versate la farina, il lievito per dolci e il burro freddo di frigo tagliato a pezzi. Lavorate per qualche minuto poi unite anche lo zucchero e il sale e versate le uova. Impastate fino a ottenere un composto compatto e ben amalgamato. Formare un panetto e coprite con pellicola per alimenti. Lasciate riposare in frigorifero per almeno 1 ora. Intanto preparate la crema pasticcera: in un pentolino versate i tuorli e lo zucchero, mescolate con la spatola e poi unite anche la farina. Mescolate per ottenere un composto liscio e denso e tenete da parte.

Ora versate il latte in un pentolino, aromatizzate con la scorza di limone e riscaldatelo ai fornelli. Quando avrà raggiunto il bollore, versatene prima una piccola quantità sul composto di uova mescolando con una spatola per stemperare, poi aggiungetelo tutto e mescolate.

Trasferite il pentolino sul fuoco e fate addensare la crema a fuoco moderato girando continuamente, fino a quando non sarà cremosa e densa. Trasferite la crema in una ciotola, riempitene un’altra più grande con dei cubetti di ghiaccio e poggiate sopra la crema. Quindi copritela con pellicola per alimenti, in questo modo si raffredderà rapidamente senza perdere in colore e consistenza. Una volta fredda lasciatela rassodare in frigo per 1 ora. Passato il tempo necessario recuperate la frolla, prendete 2/3 del panetto e stendete con il mattarello a uno spessore di circa 3 mm. Trasferite la sfoglia ottenuta su uno stampo da crostata di 24 cm, meglio se con fondo estraibile.

Fate aderire bene la sfoglia sul fondo e sui lati, quindi eliminate la pasta in eccesso dal bordo. Farcite la crostata con la crema, distribuendola in modo omogeneo con una spatola. Scolate le amarene dal loro sciroppo di conservazione e adagiatele in ordine sparso sulla crema. Riprendete il restante panetto e i ritagli di pasta, stendetelo con il mattarello sempre a 3 mm di spessore e ricavate delle strisce larghe circa 1 cm.

Adagiate le strisce sulla crostata in senso obliquo, sovrapponendole in modo da creare un motivo a losanghe. Ritagliate con un coltello l’eccesso di pasta dal bordo. La decorazione è terminata, cuocete la crostata in forno statico nel ripiano medio a 180° per 35 minuti. A cottura ultimata sfornate la crostata amalfitana, lasciatela intiepidire, quindi sformatela e servitela spolverizzandola con zucchero a velo.

La redazione di Scrivo Libero vi augura buon pranzo e buona domenica!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.