fbpx
Regioni ed Enti Locali

Lutto nel mondo della cultura: è morta la nobildonna agrigentina Gabriella Curella Taibi

È morta la nobildonna agrigentina Gabriella Curella Taibi.

Moglie dell’avvocato e già presidente dell’ex Provincia Regionale di Agrigento, Michelangelo Taibi, e madre di Giuseppe, avvocato e presidente regionale del Fondo Ambiente Italiano, di Angelo, ricercatore in Fisica Medica all’Università di Ferrara e di Gianfranco, bancario, Gabriella Curella Taibi era nata a Licata ma per tanti anni è stata “costruttrice” di cultura nella Città dei Templi.

Figlia di Angelo, fondatore della Banca Sant’Angelo e di Ines, deputato del primo Parlamento Regionale Siciliano (nel 1947) e Sindaco di Licata, Gabriella Curella Taibi si è sempre distinta nel territorio per la sua grande passione sociale, culturale e politica; nel 2003, ricordiamo, è stata anche assessore alla Provincia.

Diversi sono stati, inoltre, gli interessi che hanno portato, negli anni, la nobildonna agrigentina ad assumere molteplici incarichi dirigenziali all’interno di importanti associazioni ed organizzazioni internazionali di volontariato.

Gabriella Curella Taibi è stata, appunto, coordinatrice per Agrigento della Lega Tumori e consigliere regionale AIRC, componente del direttivo della Croce Rossa, vice presidente del “Maria Cristina”, presidente dell’Efebo D’Oro, presidente del F.I.D.A.P.A. di Agrigento, socia fondatrice e vice presidente dell’ANDE (associazione donne elettrici), socia dell’associazione culturale “Labirinti” e vice capo delegazione di Agrigento del FAI.

Tra le tante passioni che hanno caratterizzato la grande forza umana e di carattere della signora Gabriella, ricordiamo il suo grande amore per il mare: è stata, infatti, una delle prime donne agrigentine a conseguire la patente nautica.

Per tutte queste attività ha vinto numerosi premi e riconoscimenti: il “Punto Fermo” di Teleacras per i volontariato, il premio dell’ex Provincia di Agrigento per le attività sociali, il premio “ViviAgrigento” per la cultura, il premio “Sikelè” e il premio “Mimosa d’Oro”.

I funerali saranno celebrati domani 26 settembre, alle ore 15.30, nella Chiesa del SS Crocifisso (San Vito) di Agrigento.

Al marito Michelangelo ed ai figli Giuseppe, Angelo e Gianfranco giunga il cordoglio di tutta la redazione di scrivolibero.it.

Luigi Mula

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.